Menu
Ricevi 4 preventivi
Ricevi 4 preventivi gratuiti
Cerca per parole chiave

Articoli: Stili e Tendenze

Arredi in metallo: tendenza di design per interni
Visite ricevute
18
Immagini dell'articolo
10
Gli arredi in metallo sono una delle tante tendenze affermate per quel che riguarda i nuovi concetti di design per interni. L’idea che accomuna questi complementi, più o meno piccoli, riguarda la leggerezza del materiale e lo stile industriale con cui si vuole connotare casa. Arredare un ingresso, una zona giorno, una camera da letto o una cucina con pezzi unici e particolari piace davvero a tutti, ma scegliere mobili dal look rivisitato in chiave contemporanea per ottenere un aspetto industrial chic, è un modo unico per donare carattere e grinta ai vari ambienti di un’abitazione. Le soluzioni e le bellissime idee per armadi, basse consolle, coffee table e sedute sono accomunate dal sapiente studio di un materiale dalle mille facce e varianti. Nelle loro colorazioni originarie o tinteggiati, nelle declinazioni satinate, opache o lucide, gli arredi in metallo trovano spazio in proposte progettuali sensazionali, data la versatilità di un materiale che può essere facilmente lavorato e trasformato. Realizzazioni su misura e disegnate ad hoc o proposte più tipiche e uniformate di oggetti classici, vi aiuteranno a creare il vostro speciale mondo indoor, con prodotti d’arredo irresistibili e anticonvenzionali. Ingresso con consolle in metallo Nell’ingresso, ottimizzare gli spazi e inserire soprattutto corretti e pratici vuota tasche, è sicuramente l’obiettivo primario di chiunque desideri una zona ordinata e funzionale in casa. Arredarlo in maniera originale, con colori accesi che rallegrino un punto di passaggio e lo rendano accogliente per chiunque entri nell’abitazione, è immediato inserendo delle consolle in metallo molto utili e versatili. Un mobiletto basso e posizionato a terra che diventa un oggetto dal design lineare ma non freddo, specialmente proposto in colorazioni energiche, come il rosso, il giallo o l’arancione. Efficiente per la capienza interna e per il piano d’appoggio ampio e spazioso. Se invece si ha la necessità di introdurre in vero e proprio mobile con ante a tutt’altezza, per sistemare capotti, giacche e sciarpe, ecco che il classico armadietto in metallo, in stile spogliatoio, fa al caso vostro. Rivisitato nelle nuance e abbinato agli accessori circostanti, saprà creare un ambiente bello, comodo e confortevole. Armadi in metallo per il soggiorno Anche in una zona giorno, l’ordine e la pulizia, non devono mai mancare e sono strettamente legati al numero, alla disposizione e collocazione dei vari arredi al suo interno. Armadi in metallo per il soggiorno, sono una tendenza che piace o non piace, perché nell’immaginario comune si pensa che questi complementi d’arredo debbano essere impiegati all’esterno, magari su balconi e terrazze come ricovero per vasi e prodotti per il giardinaggio, o in garage per poter riporre attrezzi e utensili. Un look trendy e ben studiato, offre invece spunti interessanti per la progettazione di un living alternativo, mantenendo viva l’idea ecosostenibile di utilizzare materiali ed elementi recuperati e portati a nuova vita. Una parete del vostro soggiorno, può tranquillamente essere costituita da una serie di contenitori a giorno, ottenuta dalla composizione di cassette in legno a cui viene accostato un armadio in metallo nella sua sfumatura naturale in grigio. Un connubio perfetto, dove la diversità dei materiali, incide sulla scelta stilistica che vuole ricreare, per ottenere un’immagine definita di un loft eco-friendly. Tavolini in metallo leggeri e di design Living room di tendenza, dove il mood scandinavo viene arricchito da tavolini in metallo leggeri e di design, per un arredo ricercato e dove nulla è fuori posto. L’atmosfera eterea proveniente dal nord, si respira nell’utilizzo dei colori chiari, nelle forme delle sedute e negli accessori tessili disposti in punti strategici nell’ambientazione. Coffee table eccezionali, caratterizzati da forme regolari e particolari simmetrici, aiutano a mixare due stili contrapposti ma molto belli da visualizzare nell’insieme per ottenere una zona giorno dal sapore scandi-industrial chic. Studio con pratico guardaroba in metallo Se il luogo e l’ambiente di lavoro coincidono con la zona studio della vostra casa, dove la luminosità non manca e gli arredi devono essere non solo belli esteticamente ma anche capienti, organizzati, razionali e facili da gestire, cercare di ottimizzare questo spazio, per la gestione appunto di archivi con documenti e pratiche, sarà perfetto servirsi di un pratico guardaroba in metallo grande, capace e dal design tipicamente industriale. Gli arredi per uffici non sono sempre così accattivanti e molte volte si cade nella standardizzazione di linee utilissime ma davvero poco piacevoli alla vista. Puntare su uno stile differente aiuterà sicuramente nella progettazione di un workspace delizioso e affascinante. Ottimo cercare di ingentilirlo, tinteggiando l’armadio nei colori crema o bianco per essere accostato a scrivanie coordinate con gambe metalliche ma piano in legno per smorzare l’effetto algido di un materiale freddo per eccellenza.  Arredi in metallo in cucina Un ex stabilimento industriale, riconvertito ad appartamento, dotato di grandi dimensioni, ha la prerogativa di avere al suo interno enormi spazi dove poter dislocare varie funzioni che in un’unica camera in una normale abitazione, non riuscirebbero davvero ad entrarci. In una zona cottura con sala da pranzo, è pressoché impossibile creare un angolo ad hoc, dedicato alla zona merende o aperitivi, mentre in ambienti considerevoli è possibile organizzarlo e renderlo una pratica appendice di una cucina oltremodo completa con arredi in metallo a tema loft. Organizzare lo spazio richiede maestria nel far sembrare tutto un po' abbozzato, come succede nei progetti industrial chic, ma dove ogni cosa in realtà segue una disposizione ben precisa e studiata per avere ciascun elemento a portata di mano. Utilissimi arredi in metallo in cucina, costituiti da scaffali tradizionali a giorno o a scaletta e armadi con ante, per riporre viveri e bevande, contornano il bancone con sgabelli che può diventare all’occorrenza un ulteriore piano di lavoro. Arredi in metallo: librerie e porta oggetti Gli arredi in metallo che trovano collocazione in corridoi o living contemporanei, con l’intento di ospitare libri e minuteria oggettistica di vario genere, diventano delle composizioni delicate e impalpabili a parete. Lo scopo è quello di mettere in risalto tutti gli elementi che gli vengono appoggiati sopra facendo divenire questi complementi d’arredo metallici, dei veri e propri contenitori ma con una funzione da spettatore. Mobili di questo tipo sono perfetti sia dove gli spazi sono contenuti che maggiormente aperti, per la loro caratteristica di essere esili e poco invasivi. Perfetti per ambienti che seguono un template estetico industriale ma personalizzabile nello stile.
8 idee splendide idee per arredare gli ambienti di casa in giallo
Visite ricevute
133
Immagini dell'articolo
10
Giallo: il colore del sole, vitale, luminoso e ricco di una carica estremamente positiva. È un colore dalle mille sfaccettature e possiede davvero tanti benefici che ricadono in maniera utile su aspetti psicofisici e legati al buon umore. Molti interior designer e architetti d’interni, propongono di utilizzare in casa questa tonalità che è stata e lo è tutt’ora, largamente impiegata per tinteggiare pareti e trovare una giusta collocazione in tessuti e svariati accessori legati all’home decor. A piccole dosi o in modo più incisivo, è una tinta che renderà più energici e allegri i vari ambienti di casa attribuendo gioia e serenità al loro interno. Optando per nuance maggiormente pacate e tendenti al pastello o passando ad intensi gialli limone, sarà possibile ottenere progettazioni originali e conviviali. Importante è mantenere un certo equilibrio tra i tanti elementi presenti e cercare di dosare con attenzione l’inserimento di dettagli in giallo se non si ha l’ardire di farlo entrare con irruenza per tutta la casa. Per chi ama le sfide, lasciarsi andare e osare completamente per un total yellow, non potrà che essere soddisfatto del meraviglioso risultato ottenuto, godendo appieno dell’atmosfera festosa e accogliente creata. Ingresso luminoso con una scala in giallo Un ingresso luminoso, può essere reso ancora più formidabile, con l’inserimento di un elemento chiaro e brillante, e cosa dire di una scala tinteggiata in giallo per raggiungere tale obiettivo? Una soluzione inusuale ma perfetta per stupire chiunque venga accolto in casa. Vernici speciali, con finiture ad hoc per garantire semplicità nel mantenere pulite e igienizzate le superfici, costituiranno il materiale primario per la realizzazione di questa strepitosa idea.  Soggiorno di stile con un tocco di giallo Per ottenere un soggiorno di stile, ma al contempo sbarazzino e di tendenza, sarà sufficiente optare per inserire un tocco di giallo attraverso alcuni complementi d’arredo indispensabili nella zona giorno. Giocare con questo colore su pezzi fondamentali come le sedute, è un perfetto escamotage per ravvivare un living già caratteristico ma con la necessità di inserire un elemento di spicco radioso, che spezzi leggermente il rigore di uno spazio in grigio. Introdurre poltroncine in una bella tonalità viva di giallo abbinato ad un bel tessuto morbido come il velluto, sarà perfetto per mettere ancor più in rilievo gli elementi circostanti rendendoli tutti dei veri protagonisti. Sedie in giallo per la sala da pranzo Una sala da pranzo è per antonomasia un luogo formale, dove si gustano cene e pranzi per festeggiare momenti importanti della vita. Rinfrescare il look e aggiungere un pizzico di brio all’intero spazio, aumenterà ancor di più la convivialità nei commensali e per farlo sarà sufficiente anche un solo piccolo dettaglio nella colorazione più gioviale che esista. Particolari sedie in giallo saranno impeccabili nella vostra sala da pranzo, ancor di più se proposte in dimensioni e forme differenti, ma disposte simmetricamente intorno ad un ampio tavolo neutro a centro stanza. Cucina: monocromatica con inserti in giallo Il giallo è un colore primario d’eccellenza, usato in molti casi in un ambiente davvero vissuto e funzionale come la cucina. Se nei tempi passati erano le pareti ad essere oggetto di interesse di questa colorazione, oggi giorno sono invece soluzioni monocromatiche particolari con inserti in giallo, a fare da rappresentanza di una palette formidabile e associata alla solarità di contentezza e ilarità. Progetti su misura in stile contemporaneo con superfici lisce e lineari, vengono adornate in maniera soft da minuzie che diventano importanti per accrescere il valore estetico di soluzioni altrimenti scontate e ovvie. Bagno vintage con vasca in giallo Una vasca in giallo per un bagno vintage? Ottimo spunto per progettare una stanza efficiente e pratica con un occhio di riguardo verso un look estroso ma elegante. Creare uno sfondo attraverso l’introduzione di colori pastello delicati per i rivestimenti e gli accessori, risulterà esemplare per poter aggiungere un sanitario così importante e metterlo al centro dell’attenzione in una zona di servizio, che diventa invece la protagonista all’interno di un’abitazione di stile e dal trend impeccabile.   Dettagli in giallo per una camera matrimoniale elegante In camera da letto l’impiego del giallo è leggermente sconsigliato, dal momento che in una zona notte, dedicata al relax e al riposo, non dovrebbero essere introdotti colori tropo forti ed energici. In realtà optare per piccoli dettagli in giallo per un progetto di una camera matrimoniale elegante e distintiva, è assolutamente concesso. Un pouf, un tendaggio, una lampada a sospensione o un comodino giocano un ruolo fondamentale se inseriti con cura e attenzione e ben accostati ad altri colori neutri e oltremodo luminosi. Ambienti in giallo: cameretta particolare e ricercata Nella cameretta il giallo può entrare davvero in ogni modo. Su pareti, biancheria da letto, accessori e arredi. Se la si vuole rendere particolare e ricercata, sarà bene considerare vari fattori e studiare ad hoc un piano d’intervento di design, unico nel suo genere. Il bianco e il nero sono davvero chic e trendy e formulare un progetto che giochi su questi due colori, con materiali eco sostenibili e naturali, non potrà che essere impeccabile per ottenere uno spazio glamour dal gusto nordico. Accentuare e completare l’aspetto decorativo con pouf in lana chunky, cuscini dalle forme intrecciate e dettagli di grosse sveglie retrò, renderà questi ambienti in giallo delle vere e proprie zone notte da rivista. Casa in giallo: zona studio allegra e divertente Anche gli spazi dedicati ai ragazzi necessitano di vitalità intrinseca nei momenti di studio e concentrazione e pensare a una casa in giallo, significa che alcune delle stanze al suo interno possono essere caratterizzate, in tutto o in parte, da questo colore brioso e solare. Ecco che in una zona studio allegra e divertente la porzione di parete attrezzata dedicata a libreria o scrivania diventa un punto di attenzione all’interno della stanza rendendola creativa e accogliente al tempo stesso.
Tendenze arredamento: materiali naturali e colori neutri
Visite ricevute
502
Immagini dell'articolo
10
Arredare casa con materiali naturali e colori neutri Una tendenza in termini di arredamento e decorazione che deriva in special modo dai paesi scandinavi, da sempre attenti ai concetti dell’ecologia e dell’utilizzo di arredi ecosostenibili, riguarda l’impiego di materiali naturali e colori neutri nelle progettazioni per i vari ambienti di casa per assicurare un look etereo ma vivibile dove non vi è nulla al posto sbagliato e dove mobili, complementi e accessori in genere, interagiscono sulla stessa tematica senza cadere nel ridondante o nell’ovvio. Ideare un progetto secondo un trend di questo tipo, significa pensare di introdurre all’interno della propria abitazione materiali differenti, quali il legno in primis, il vimini, il rattan, il bambù, il lino e il cotone facendoli interagire in modo fluido e armonioso, il tutto legato da una cornice di sfondo in tonalità neutre che legano ancor di più l’atmosfera che si vuole mantenere in ogni singolo ambiente.  Ingresso con arredi naturali e colori neutri Scegliere il perfetto arredo per rendere funzionale ma bellissimo il proprio ingresso di casa non è così complicato come sembra, in special modo se si gioca con colori neutri e chiari, per rendere ancora più luminoso uno spazio destinato ad essere un semplice luogo di passaggio. Pareti bianco latte, accostate ai giusti complementi e accessori, renderanno questo particolare ambiente una vera chicca nella vostra casa. Affiancare poi i giusti mobili, utili ed efficienti, ma al contempo deliziosi e non troppo scontati, arricchirà ancora di più un luogo poco vissuto, rendendolo ospitale, caloroso e accogliente. Inserire piani vuota tasche, tavolini dalle linee slim e supporti originali per appendere sciarpe e giacche in legno di acero bianco, abete o faggio è un espediente accattivante per sottolineare l’importanza del rispetto della natura e del suo utilizzo consapevole.  Soggiorno con arredi naturali e colori neutri Combinare arredi naturali e colori neutri all’interno di un soggiorno implica l’essere particolarmente attenti nel voler esaltare un mood dal sapore nordico, dal momento che questa tendenza nel settore dell’arredamento è quanto mai incline a includere e a far dialogare, esclusivamente materiali eco sostenibili in ogni loro forma, dimensione e colorazione. Attivarsi in una progettazione di questo tipo comporta una serie di scelte da seguire per ottenere un risultato estetico strabiliante e tres chic. In particolare, le linee guida consigliate, riguardano: l’inserimento di un pavimento in parquet, meglio in nuance chiare e lasciate possibilmente al naturale ovvero senza finiture lucide o colori particolari; l’utilizzo di tinteggiature monocrome e impalpabili; la scelta di un arredo studiato con complementi morbidi e dalle linee arrotondate in contrapposizione a tavolini da caffè squadrati e particolari. Beige, ocra e grigi negli accessori, giocano un ruolo importante nello smorzare in modo soft la monotonia della stanza; l’accortezza di introdurre elementi per decorare, come lampade, cesti, tappeti e pouf realizzati in vimini, rattan o bambù da accessoriare con vegetazione strettamente in verde e poco floreale. Zona pranzo con arredi naturali e colori neutri La parola chiave in una tendenza arredamento dove arredi naturali e colori neutri fanno da padroni è semplicità. Questo non significa lasciare tutto al caso e non essere accurati nell’ideazione di un perfetto intervento di interior decor, al contrario dovendo pensare di scegliere pochi ma decisi e caratteristici pezzi di design, è necessario avere ancor più chiaro nella mente l’essenza e la modalità di realizzazione di un natural trend a 360°. Una zona pranzo non ha bisogno di molti arredi. In effetti tutto ciò che non riguarda il tavolo e le sedute a lui associate è considerato ornamentale e superfluo ai fini dell’utilizzo di questo ambiente. Un piano d’appoggio, costruito in legno massiccio, e proveniente dalla lavorazione di lunghi listoni, perfetti, geometrici e ben levigati, sono il punto di partenza per la creazione di setting table unico nel suo genere. Gambe metalliche e sottili si contrappongono alla solida superficie orizzontale, creando però un connubio strutturale ben equilibrato e proporzionato. Sedie in bianco, dalle linee comode e avvolgenti, concludono uno stile organico ma familiare a cui va associata un’ottima illuminazione a discesa, accessori a tema e tinteggiatura neutra. Zona relax con arredi naturali e colori neutri In ogni casa sarebbe ideale creare una zona relax, da adibire ad alcuni momenti della giornata in cui sia possibile trascorrere del tempo per leggere un ottimo libro, lavorare a maglia o dedicarsi a qualsiasi attività che ci permetta di rilassarci e di avere un po' di spazio da usufruire in completa solitudine. Colori troppo accesi non si addicono a chi vuole seguire una tendenza schietta e senza troppo elementi eccentrici e artificiali. A seconda dell’aspetto esteriore e dello stile che vorrete far prevalere, ci si dovrà indirizzare verso la scelta di differenti arredi. Soluzioni più ricercate, come impiego di divanetti o chaise longue dalle linee classiche per ottenere un ambiente dal gusto coloniale, realizzate in materiali naturali e contornati da tendaggi leggeri dai colori neutri con pochi accessori che richiamano la natura stessa come fiori secchi e morbidi piumini; oppure optare per idee più casual con sedute morbide e appese in tonalità ecrù e circondate da porta candele o porta lampade in rattan, vassoi in legno grezzo e tessuti in lino e cotone. Abbinamenti completamente differenti ma che serviranno a raggiungere il medesimo scopo nel seguire un’unitaria tendenza d’arredo vincente e sempre attuale. Camera da letto con arredi naturali e colori neutri Anche in camera da letto una tendenza d’arredo connotata da aspetti legati al mondo della natura e con la peculiarità di fluttuare tra palette delle medesime tonalità senza mai esagerare o creare zone di spicco che prevalgano sugli altri, è quanto mai sfruttata e proposta dai migliori professionisti nel campo dell’interior design. Per chi ama attenersi a un look più tradizionale, pavimenti in parquet, legno per la struttura del letto e per i comodini e ante nel medesimo materiale naturale per decorare le pareti, renderanno speciale una zona notte armoniosa, delicata e raffinata. Per chi vuole invece seguire la medesima tendenza, utilizzando sempre arredi naturali e colori neutri, ma trasportati in uno stile maggiormente contemporaneo, potrà sfruttare resine e pietre come rivestimenti, sempre nelle tonalità del bianco o del rosa pallido e inserire quanti più accessori possibili e in linea con questo orientamento, per realizzare una camera da letto alla moda e dall’aspetto inatteso.
Pavimento bianco e nero a scacchi nei diversi ambienti di casa
Visite ricevute
517
Immagini dell'articolo
10
Pavimento a scacchi: il bianco e nero in casa Linee pulite e saldamente geometriche dall'animo un po' retrò, con un tocco eccentrico ma di classe per ambienti ricercati e raffinati. Il pavimento a scacchi, nei toni bianchi e neri in una casa, riappare in nuove moltissime progettazioni d’ interni o viene rivalutato in situazioni esistenti divenendo una soluzione oltremodo approvata per nuove decorazioni in e outdoor. L'effetto ottico che scaturisce dall’utilizzo di un pavimento a scacchi è particolare ed affascinante, poiché permette di creare delle visuali studiate che valorizzano le dimensioni delle stanze, esaltandone spazi e rapporti proporzionali. La combinazione di toni chiari e scuri attribuisce a ciascuna zona della casa un'eleganza distintiva sia nei look più tradizionali che in quelli dal gusto maggiormente contemporaneo. Archisio ha trovato per voi idee e ispirazioni da contemplare e da cui poter eventualmente trarre spunto per ideare un nuovo progetto di interni davvero trendy per la vostra casa. Ingresso outdoor con rampe in bianco e nero a scacchi La classe, il buongusto e lo stile di una abitazione è già palesemente noto nell’aspetto esteriore di una facciata e del suo ingresso. Una scalinata outdoor, con rampe d’accesso in bianco e nero a scacchi, è uno tra i tanti modi per far capire le tendenze in termini di design di una casa. Austero ma al contempo singolare, deciso ma dalla grande personalità, un look anticonformista ma dal trend classico. In effetti un pavimento a scacchi, a seconda di come viene realizzato e agli elementi a cui è aggregato può indirizzare verso scelte stilistiche molto differenti, dando la possibilità ai padroni di casa di giocare con le idee su uno sfondo in bianco e nero. Ingresso con pavimento bianco e nero a scacchi Ingresso contenuto con pareti attrezzate, dislocazione degli ambienti particolare e porte collocate un po' ovunque, sono usuali in appartamenti dove ogni centimetro deve essere valorizzato e adoperato nel modo migliore per sfruttare al meglio ogni spazio. In situazioni specifiche come queste con geometrie atipiche, rivestire i pavimenti può non essere sempre impresa facile. Alcuni vi suggeriranno di creare una superficie neutra, magari in resina o cemento senza fughe e semplice da adattare, ma perché non pensare invece a qualcosa di più sbarazzino e che funga da punto focale nella zona che è il biglietto da visita di una casa? Un pavimento bianco e nero a scacchi è quello che ci vuole per creare una corretta prospettiva e consentire ai componenti circostanti di fare da appendice a un look estroso ma distintivo. Soggiorno con pavimento bianco e nero a scacchi Lucido, restaurato e con mattonelle di dimensioni usuali o opaco, di nuova fabbricazione e contenuto nelle misure, un pavimento bianco e nero a scacchi può offrire molteplici immagini e aspetti di sé, in progetti di soggiorni straordinari e grandiosi. A seconda delle finiture, dell’estensione e dai complementi d’arredo che vengono inseriti, una pavimentazione a scacchiera fornisce un buon punto di riferimento per poter arredare una zona giorno esclusiva ma assolutamente vivibili in ogni suo aspetto. Renderlo più frizzante e giocoso dipenderà dai colori associati di pareti e accessori o mantenerlo maggiormente rigoroso ma spumeggiante, dalla combinazione di materiali e tessuti. Cucina con pavimento bianco e nero a scacchi Molte cucine, in case d’epoca signorili cittadine, ma anche di campagna, venivano progettate con pavimenti in bianco e nero e con la disposizione tipica alternata a ricordare una gigantesca scacchiera. Al di là dei significati esoterici e religiosi che in molti gli hanno attribuito nel corso del tempo, una pavimentazione di questo genere è clamorosa e stupefacente, per chi ama una tecnica rigorosa e geometrica da visionare quotidianamente in un luogo oltremodo vissuto. Richiamare e rivalorizzare tecniche decorative classiche nel campo dell’interior design è un trend molto in voga e a nostro parere di grande successo. In una zona giorno che deve essere performante e dotata di ogni comfort e agevolazione nel preparare cibi e alimenti, associare arredi moderni, dalle colorazioni e linee spiccatamente contemporanee e con disposizioni inusuali a un pavimento preesistente a scacchi rinnovato, è il modo più corretto per dare la giusta importanza a ciascuno stile presente nella cucina stessa. L’intento è quello di rivalutare una tecnica tradizionale e di fornire una corretta attenzione verso ogni aspetto presente. In una ideazione come questa l’occhio è attratto in egual modo su tutti gli elementi della stanza riuscendo a percepire l’aspetto armonioso e aggraziato globale. Bagno con pavimento bianco e nero a scacchi Scegliere i rivestimenti per un bagno di stile, eccentrico e di spicco rispetto a tante visioni quotidiane che ci vengono presentate è davvero una sfida, perché l’idea comune è quella di orientarsi verso progetti soft e che non si discostino troppo dallo stile impiegato per arredare e decorare le altre aree di un’abitazione. In realtà, la stanza da bagno, può essere considerata come una zona a sé stante perché ha come scopo principale quello di essere funzionale e pratico. Tali principi possono essere raggiunti con modalità differenti e che non vanno a interagire con ciò che sta al di fuori. Pertanto osare con dei tocchi inconsueti, come un pavimento bianco e nero a scacchi, sia in piccole progettazioni di bagni di servizio che in più importanti sale de bain, è sicuramente un modo per rendere importante ed elegante un luogo necessario ed efficiente. Abbinato ad accessori toni su tono, magari metallici, lineari ed essenziali, contribuirà a far riaffiorare un’immagine Decò, rivisitata in chiave moderna, di splendide toilette del passato. Giocare sui medesimi colori aiuterà a non andare fuori tema e a valorizzare ancor di più un piano di calpestio rilevante e non convenzionale. Veranda chic con pavimento bianco e nero a scacchi Abbiamo visto che un pavimento bianco e nero a scacchi, ha il suo fascino un po' ovunque venga utilizzato, ma cosa dire di un allestimento di questo tipo in un patio esterno o in una veranda chiusa e che magari ospiterà una sala musica d’eccezione per prove e concerti privati? Il gusto e il fascino vintage in tale approccio decorativo è in questo caso molto spiccato e riporta alla mente ambientazioni anni ’20-30 che con semplicità hanno saputo elargire un mood eccezionale a spazi e luoghi anche di secondo piano all’interno di una casa, ma che trovano una perfetta collocazione in un progetto globale di successo e quanto mai spettacolare.
Arredare casa in verde bosco: una tonalità particolare
Visite ricevute
610
Immagini dell'articolo
10
Come arredare gli ambienti di casa con il verde bosco Pensare ai colori da utilizzare per decorare e arredare gli ambienti di casa prevede alcune valutazioni che riguardano svariate concezioni: le dimensioni delle stanze, la scelta dello stile d’arredo, l’illuminazione naturale e artificiale, i materiali di complementi e accessori. In base a questi elementi e al gusto personale ed estetico che si vuole raggiungere, consegue la stesura della perfetta palette di tonalità da impiegare nella propria progettazione di interni. Andare al di là dei classici toni del bianco, grigio, giallo, rosa e dei colori pastello in genere e molto in voga nell’home decor, implica una visione ampia di ciò che si potrebbe realizzare con colorazioni inusuali. Cosa ne pensereste di arredare casa in verde bosco: una tonalità particolare vero? Per coloro che pensano sia una tinta spenta, opaca e poco adattabile nell’ideazione di un progetto di home design, non ha mai visionato proposte ottimamente riuscite di tale utilizzo. Ecco alcune immagini selezionate per voi da Archisio! Porta d’ingresso verde bosco Partiamo dagli esterni, e dal punto focale che funge da riferimento e richiamo in un’abitazione, ovvero la porta d’ingresso di una casa. Molte soluzioni prevedono portoncini in legno laccato di questa colorazione che assume sfumature differenti a seconda del materiale impiegato e della saturazione della cromia scelta. Il verde bosco non rappresenta infatti un colore unitario, ma come ciascuno prevede un’ampia gamma di possibilità tra cui scegliere. Osservando antichi cascinali o dimore rurali si nota che una porta d’ingresso verde bosco era la scelta più usuale e ricorrente, proprio per non discostarsi troppo dai colori della vegetazione che mimetizzavano l’edificazione, anche sporadica, nello skyline naturale circostante. Risultato? Una perfetta armonia di elementi con accenti anche vivaci e sorprendenti. Soggiorno chic in verde bosco Nell’area living, per creare una zona ricercata e non troppo ovvia, inserire piccoli dettagli su pareti o con complementi importanti ma smorzati da colori chiari e materiali naturali, come un soffitto o un parquet in legno, faranno risaltare il vostro soggiorno chic in verde bosco, sia nelle proposte di stili più tradizionali che contemporanei. Tinteggiare in verde bosco parte di murature e tramezzi, abbinate anche a cornici decorative, è senz’altro un modo per rendere elegante uno spazio vissuto quotidianamente. Impiegare invece accessori più o meno grandi può essere un escamotage per avere la possibilità di sostituirli o intercambiarli successivamente con poca spesa e minimo sforzo. Un bellissimo tappeto in verde bosco fronte divano, su cui appoggiare tavolini e pouf, aiuta ad arricchire in maniera spontanea una zona giorno particolare e trendy e a seconda delle necessità può essere impiegato diversamente o addirittura altrove, dando origine a nuove ideazioni per gli tutti gli interni. In ambientazioni più moderne, connotate da uno stile minimal e lineare, una consolle in verde bosco appoggiata a terra, che richiami magari visivamente lo stesso colore utilizzato in altri arredi limitrofi, trova la sua perfetta collocazione in un progetto di interni sofisticato e sobrio. Cucina in verde bosco: equilibrata e distinta Uno dei luoghi più vissuti della casa è sicuramente la cucina. Cercare di renderla funzionale, accogliente e caratteristica allo stesso tempo è oggi giorno molto semplice. Moltissime sono le soluzioni proposte da designer e progettisti su composizioni dal look contemporaneo, con materiali innovativi e tecnologie avanzate in ambito di accessori. I colori più gettonati, oltre alle naturali essenze del legno, sono il bianco, il grigio e il nero e pochissimi ormai pensano ad altre tonalità per uno spazio così importante e da valorizzare al meglio. Una cucina in verde bosco, equilibrata e distinta, con piccoli accorgimenti e semplici espedienti, può risultare davvero uno spazio unico e poco visto nelle varie abitazioni. Produrre qualcosa di nuovo che crei piacevole stupore negli amici e familiari che osserveranno questa meravigliosa stanza non potrà che essere una ulteriore riprova del fatto che una tonalità particolare sia quanto mai opportuna per ideare soluzioni attuali originali e di nicchia. Utilizzare il verde bosco per mobili lineari su sfondo bianco o come tonalità di una parete con mobili chiari è un meraviglioso connubio per realizzare un progetto davvero distintivo. Bagno: dettagli in verde bosco Organizzare un bagno per renderlo pratico ed efficiente, servono davvero pochi tocchi e per donargli un aspetto meno monotono sono sufficienti alcuni dettagli, magari in verde bosco. Per ravvivare un look in bianco, con pavimentazione originale con piastrelle, boiserie in legno a media altezza e mattonelle in ceramica che ricordano un muro di mattoni, è sufficiente tinteggiare di un bel colore le restanti pareti, in modo da vivacizzare lo spazio senza interferire con materiali e arredi esistenti. Camera da letto: ricercata e di tendenza La camera padronale di una casa può divenire una vera e propria zona dedicata al riposo ricercata e di tendenza, se studiata ad hoc e con ogni minimo particolare ben coordinato a complementi e accessori presenti. Arredi in legno naturale fungono da sfondo ad un colore verde bosco che ben si sposa con la tematica che si vuole ricreare. Una biancheria da letto floreale ma dello stesso tono, si abbina perfettamente a plaid, cuscini e tende in tinta unita, ovattate da pareti e pavimentazione in bianco. Accessori in rattan, come cesti a terra o appesi sulla testiera, insieme a stampe di vegetazione realizzata a tempera, completano lo stile e l’immagine di una camera da letto matrimoniale accurata, delicata e trendy. Cameretta per bambini: piccola con parete in verde bosco Anche nella cameretta per bambini, una tonalità particolare come il verde bosco può trovare il suo perché. Stile e gusto scandinavo inseriscono questo colore sulle pareti, in parti di arredi e nel tessile da letto. Piccoli trucchi evocano una stanza che ricorda un’epoca leggermente retrò con cornici in legno applicate a muro, set di lenzuola e copri piumini vintage in monocolore e peluche e cuscini che richiamano il tema della volpe che vive nella tipica campagna anglosassone. Il tutto è reso armonico, equilibrato e ben proporzionato da una colorazione inusuale, come il verde bosco, che anche per gli spazi dei più piccini dà adito a soluzioni insolite e fuori dal comune, ma sicuramente di ispirazione e da prendere come punto di riferimento per futuri progetti di home decor.
Capitonné: meravigliose idee per divani, letti e sedute
Visite ricevute
490
Immagini dell'articolo
10
Capitonné, una lavorazione classica e senza tempo Tra le lavorazioni decorative applicate ai mobili imbottiti il capitonné è una delle più conosciute, immediatamente riconoscibile per il caratteristico effetto trapuntato. Si applica a mobili di diverso genere rendendoli incredibilmente eleganti. La lavorazione capitonné impreziosce imbottiti in pelle, tessuto o velluto donandogli un espetto molto elegante, che può spaziare dal classico al moderno. Si tratta di un’imbottitura a rilievo che si ottiene attraverso una tecnica artigianale elaborata e complessa. Richiede precisione e conoscenze specifiche poiché ogni prodotto realizzato deve essere impeccabile in ogni dettaglio e durare nel tempo.  La particolarità del capitonné si determina nel fissaggio del rivestimento alla struttura che crea un motivo geometrico, come a seguire una griglia regolare, solitamente formata da quadrati, rettangoli o rombi. Ognuno dei punti in cui viene realizzato il fissaggio viene evidenziato da bottoni, solitamente ricoperti con il medesimo rivestimento utilizzato per l’intero mobile. Questa particolare tecnica consente di avere una tensione perfetta del tessuto o della pelle utilizzata come rivestimento e permette inoltre di impedire movimenti dell’imbottitura. Il capitonné può essere associato a stili molto distanti tra di loro come il classico ed il barocco. Basta pensare che è stato utilizzato anche da un maestro del design come Mies van der Rohe che lo ha applicato alla celebre poltrona Barcelona, al relativo poggiapiedi ed alla dormeuse, tutto rigorosamente in pelle di alta qualità. Essendo una lavorazione eseguita a mano e di complessa esecuzione i mobili con rivestimento capitonné hanno un costo piuttosto elevato. Vediamo alcune delle applicazioni per questa intramontabile lavorazione di tappezzeria. Divani capitonné Un divano capitonné è un classico che si può veramente inserire ovunque, sempre attuale ed adatto ad ogni contesto.  Il capitonné è tipico dei divani Chesterfield o Chester, comodissime sedute in pelle che si affermarono in Inghilterra a partire dal XVII secolo per trovare larga applicazione in epoca vittoriana. Ancora oggi è un modello in produzione di cui esistono svariate interpretazioni, alla base si tratta però di divani caratterizzati da schienale e braccioli posti alla stessa altezza, struttura il legno ed una seduta molto bassa per dare grande comodità. Ci sono molte altre tipologie di divani che presentano questa lavorazione e si distinguono per l’eleganza. A seconda delle linee che caratterizzano il divano, con un rivestimento capitonné si possono ottenere effetti molto diversi, più o meno marcati.  Solitamente i bottoni sono rivestiti con lo stesso tessuto del divano, ma possono essere impiegate anche differenti finiture come ad esempio bottoni ad effetto metallico o in colori contrastanti. Ovviamente, più sono di elevata qualità i materiali ed i dettagli utilizzati per realizzare il divano più il suo costo sale. Poltrone capitonné Oltre ai divani, sono molto confortevoli anche le poltrone con imbottitura capitonné. Si possono utilizzare per arredare il soggiorno, dove apportano un tocco raffinato e particolare ma stanno bene anche in altri ambienti. Una poltrona di questo genere trova posto nell’arredamento di una camera da letto chic ed accogliente ma è perfetta anche per l’arredamento di un ufficio, per l’autorevolezza che il capitonné conferisce. Il materiale ed il colore utilizzato per il rivestimento influiscono moltissimo sull’effetto finale della poltrona, così come le linee che la caratterizzano. Non solo per quanto riguarda la parte imbottita, ma anche per elementi come i piedini o i braccioli.  Per avere una poltrona capitonné nella propria casa gli amanti dello stile vintage potrebbe ricorrere a pezzi d’antiquariato. Chi invece predilige uno stile più contemporaneo potrà scegliere tra le tante proposte attuali con questa lavorazione. Le aziende specializzate nella produzione di mobili imbottiti propongono diverse interpretazioni per il capitonnè, con variazioni che puntano ad attualizzarlo. Non mancano proposte di design in cui il capitonnè viene utilizzato in modi particolarmente originali. Letti capitonné Una testiera capitonné è un idea da adottare per un arredamento della camera da letto elegante e sofisticato essendo un elemento che attira particolarmente l’attenzione su di sé, risaltando per le sue peculiarità. Si addice indifferentemente ad ambienti dal sapore classico o moderno, ma molto dipende dalla struttura stessa del letto. Ci sono letti con struttura in legno e soltanto la testiera imbottita, che risultando pertanto rigorosi. Altri invece sono interamente imbottiti, includendo testiera e giroletto, dove la morbidezza avvolgente li rende informali e confortevoli. Gli effetti possono essere dunque molto differenti. Un’opzione particolare per l’arredamento della camera da letto è l’utilizzo di una testiera con imbottitura capitonnè separata dalla struttura del letto e fissata a parete. Questa è un’idea che chiunque abbia un minimo di abilità nel fai da te può provare a realizzare, se tutti i passaggi saranno eseguiti correttamente il risultato sarà incredibile.  Per realizzare una testiera DIY capitonnè occorre munirsi di una tavola in legno o multistrato della misura desiderata, dello schiumato per imbottiture, un tessuto che sia più grande della superficie da rivestire, filo da tappezziere e bottoni. Si procederà riproducendo sulla tavola il disegno desiderato, seguendo una maglia regolare, avendo cura di prendere tutte le misure con precisione. In seguito si praticheranno dei fori nella tavola di legno secondo la griglia desiderata nei punti in cui andranno inseriti i bottoni, il diametro deve essere sufficiente a far passare il filo. Negli stessi punti andranno realizzati dei fori nello schiumato, questa volta del diametro di un paio di centimetri. L’imbottitura andrà posta sulla tavola. A questo punto si inserisce il filo nei bottoni e si fa passare nel tessuto già posizionato sulla schiuma e lo si fa passare nei fori, fissandolo sul retro con una sparapunti. Una volta eseguita la prima fila bisogna dare le pieghe al tessuto, facendo attenzione a ripeterle tutte nello stesso modo per un effetto omogeneo. Completate tutte le file si potrà fissare il tessuto eccedente sul retro della tavola e la testiera è terminata. Pouf e tavolini capitonné Anche per pouf e poggiapiedi l’imbottitura con effetto capitonné è un must. Se utilizzati nel soggiorno possono essere abbinati al divano o ad una poltrona, divenendo elemento complementare, mentre se sono indipendenti andranno ad apportare un tocco contrastante divenendo punto focale nell’ambiente per la sua particolarità. Possono avere diverse forme, ad esempio cilindrica o più squadrata. In ogni caso sarà sempre una seduta molto comoda. Possono variare inoltre per alcuni dettagli, come la presenza o meno delle gambe che andranno ad indirizzare lo stile dell'oggetto. Un pouf imbottito con lavorazione capitonnè si può utilizzare alternativamente anche come tavolino. Avendo una posizione centrale, aggiunge una nota sofisticata all’interno del soggiorno. Avendo una superficie tridimensionale a causa dell’imbottitura, in questo caso sarà utile dotare il tavolino di un vassoio che faccia da ripiano su cui appoggiare elementi decorativi o qualsiasi altro oggetto. Panche capitonné La lavorazione capitonnè si può trovare anche applicata ai rivestimenti di panche imbottite. Un elemento di arredo molto flessibile, che è possibile utilizzare in svariati modi ed in svariati ambienti. Le panche saranno un accessorio che apporta confort ovunque venga posizionato. In camera da letto, una panca capitonnè è un elegantissimo complemento posto come pediera in fondo al letto. Nell’ingresso diviene un punto di appoggio molto funzionale ed al tempo stesso decorativo, per presentare al meglio la propria casa fin dall’entrata. Un ulteriore utilizzo per la panca capitonné è come seduta per un tavolo da pranzo molto chic.
Interni in rosso: soluzioni per arredo e decori
Visite ricevute
1016
Immagini dell'articolo
10
Il rosso, un colore intenso, dinamico e vitale, che infonde felicità e allegria. Anche se molto apprezzato da tutti diventa un po' difficile inserirlo nella quotidianità e solo in pochi trovano il coraggio di aggiungerlo alla propria palette da utilizzare in soluzioni per arredo e decori, con risultati sorprendenti. Progettare degli interni in rosso non significa necessariamente dover tinteggiare pareti complete o essere ridondanti nell’utilizzo di una colorazione importante ma parsimoniosa da valutare. L’attenzione, quando si parla di idee per arredare, deve essere focalizzata su alcuni punti fondamentali ma che legano ogni elemento presente nell’ambiente donando un tocco originale a tutta la casa. Questo colore entra in gioco proprio in queste situazioni dove anche solo pochi complementi e accessori in rosso spiccheranno, assumendo il ruolo di punto focalizzante all’interno di uno spazio dove l’intento è quello di mettere in risalto una superficie ben studiata e definita. Ingresso distinto e di classe Come abbiamo già menzionato più volte, l’ingresso è il vero biglietto da visita di ciascuna abitazione e nella maggior parte dei casi renderlo accogliente e piacevole alla vista, per far sentire bene noi e i nostri ospiti, può essere molto semplice e immediato. I più audaci propendono per introdurre un pezzo d’eccezione, facendosi installare una porta d’ingresso in rosso che parli da sola. Un serramento meraviglioso per essere notato sia internamente che all’esterno e che ricorda uno stile anglosassone che piace moltissimo. Se volete invece essere leggermente più discreti ma propendete comunque per realizzare un ingresso distinto e di classe ma che possa essere mutevole all’occorrenza, ecco che il classico tappeto in rosso viene in vostro aiuto valorizzando ambienti sia contenuti che grandi, pareti in bianco, alti soffitti e spazi ormai poco presenti in casa, come ingressi con lunghi corridoi, ma che in molte dimore trovano ancora i loro giusti spazi che devono essere definiti anche con piccoli accessori. Soggiorno: meravigliosi dettagli in rosso Il concetto odierno di soggiorno implica avere all’ interno della propria casa un ambiente living ampio, dove molte funzioni vengono concentrate in un unico spazio. Salotto, sala da pranzo e zona lettura si fondono insieme per dar luogo ad un’ unica area completa da vivere in modo sereno e conviviale. Inserire con grande slancio un colore intenso e passionale su estese superfici può accentrare in modo troppo intenso l’ attenzione su una piccola zona, destabilizzando l’ equilibrio proporzionato e ponderato della stanza. Intervenire invece con meravigliosi dettagli in rosso, come una poltrona o un tavolino, non potrà che aiutare a creare un punto focale immediato, attorno al quale ruoterà l’intero arredamento. Quando il soggiorno diventa invece un prolungamento di un ingresso e camera da letto in un monolocale, tinteggiare una piccola porzione di parete di questo bel colore acceso, per delimitare idealmente gli spazi, può essere un corretto escamotage da considerare. Zona studio minimalista ma chic Ogni zona studio, specialmente in quelle ricavate in casa, consta di una scrivania più o meno ampia, accessoriata con computer, lampada da tavolo e accessori di cancelleria e una seduta comoda e versatile. Ricadere in scelte stilistiche scontate può essere facile perché è inevitabile dare maggiore importanza a esigenze di praticità e maneggevolezza. Con pochi trucchi è invece possibile unire l’ utile all’ estetica. Scegliere una tavolozza in bianco come sfondo è ottimale per poter inserire materiali e altri brillanti colori, dove però non è consigliabile eccedere ma meglio cercare di lavorare su due o tre gradazioni. Il nero è la scelta più ovvia, sobrio ed elegante, magari utilizzato per una scrivania essenziale e lineare. Mentre un colore appariscente e di rilievo come il rosso può venire in aiuto per una sedia dal design peculiare che farà sfociare una progettazione semplice e con complementi d’arredo limitati in una zona studio minimalista ma chic. Bagno in rosso: design e stile Bagno in rosso? Non pensiamo immediatamente a rivestimenti completi accesi che sarebbero davvero eccessivi anche per gli amanti estremi di un colore così travolgente. Una stanza da bagno in rosso dove design e stile spicchino va fatta seguendo una serie di accortezze che riguardano la scelta dei complementi e degli accessori che completeranno il look di tendenza per un ambiente che deve risultare funzionale e bello. Scegliere un mobiletto sospeso in un bel rosso acceso che richiami una decorazione o un elemento utile come una lampada a piantana, per esempio, è un buon modo di procedere per ottimizzare le idee per arredare in maniera sorprendente, efficiente e confortevole uno dei più difficili spazi di casa.  Particolare camera matrimoniale in rosso In cromoterapia il rosso non è consigliato per una camera da letto perché troppo stimolante in un’ ambiente che deve garantire relax e riposo. In realtà, pochi ma semplici e utili accessori possono donare un aspetto elegante e sofisticato anche alle stanze padronali più anonime. Un cuscino, una trapunta o un plaid che possono essere spostati e trasformati facilmente, sono il primo passo per inserire il colore rosso in ambienti monocromatici e un pochino freddi. Completare lo stile, magari con una bella poltrona corredata di poggia piedi, è la seconda operazione da compiere. Un oggetto di design utile e delizioso da osservare che abbinato a un materiale caldo come il legno, accentua ancora di più la sua funzione di entusiasmare una zona notte ricercata e apprezzata. Cameretta accogliente con un tocco in rosso Un’ ampia cameretta per bambini dove l’aspetto infantile lascia spazio a un luogo accogliente di tendenza e di stile con un tocco in rosso che spicca ma amalgama tutti gli oggetti circostanti. Pavimento in parquet, cassettiere in legno, letto ampio nella nuance del bianco e accessori tono tu tono che trasformano una stanza banale in un progetto particolare e unico. La testiera del letto, assente, viene sostituita da una parete con carta da parati morbida a motivo floreale e parte centrale liscia e tinteggiata in rosso. Un accostamento eccezionale e confortevole.
Total white: 8 soluzioni per arredare casa in bianco
Visite ricevute
1043
Immagini dell'articolo
10
Arredare casa scegliendo una palette totalmente in bianco? Qualcuno penserà che sia pressoché impossibile, che l’aspetto finale potrà essere semplicemente asettico e poco personalizzato. In realtà molte soluzioni total white lasciano davvero senza fiato per la loro straordinaria bellezza, senso dell’immacolato e di poter vivere all’interno di uno spazio impalpabile ed etereo. La luminosità degli ambienti viene amplificata dalle pareti e dai complementi monocromatici che riflettono in modo spontaneo la luce naturale aumentando la percezione di freschezza e spaziosità delle varie camere e diffondendo un senso di pace e distensione. non significa che anche pareti e rivestimenti debbano essere necessariamente realizzati nello stesso colore. A volte un abbinamento con un parquet scuro o un semplice dettaglio policromo, possono stemperare la sensazione di freddezza che i più percepiscono in stanze progettate con questa tipologia stilistica. Ma per i più rigorosi anche pavimenti, tramezzi e accessori ricadranno nella medesima colorazione con risultati delicati, eleganti e distintivi. Vediamo insieme come i vari ambienti, a partire dall’ingresso sino ad arrivare all’arredo in giardino, possono in 8 soluzioni, ispirarvi per arredare la vostra casa in bianco. Ingresso minimal in bianco L’ingresso è lo spazio primario che presenta un’abitazione a chiunque entri al suo interno e a seconda degli stili e delle tendenze deve essere un luogo funzionale ma che soprattutto rispecchi i gusti dei padroni di casa. Utilizzare il total white non implica che diventi un luogo poco personale e per nulla confortevole. Un ingresso minimal in bianco può adempiere alle sue mansioni senza avere inutili fronzoli intorno e la continuità di colore su pareti, pavimentazioni, porte e tessuti contribuisce a creare uno sfondo ideale per appendiabiti, specchi e mobili essenziali. L’importanza di pochi, ma corretti accessori, come lampade e tavolini, partecipano nel fornire un aspetto caratteristico a una zona di passaggio che attraverso la monocromia unifica le varie stanze ad essa adiacenti. Total white per un soggiorno etereo Sia in spazi maggiormente ristretti, che in zone più ampie, sviluppare un arredo in total white per un soggiorno etereo è una tendenza che piace molto. Il classico living dal sapore nordico dove il bianco fa da padrone, è particolarmente utilizzato per creare atmosfere familiari e accoglienti, con elementi naturali e colori neutri, che sono i caratteri fondamentali di uno stile senza tempo. In altri progetti, dove le dimensioni lo permettono, giocare con complementi, tessuti e rivestimenti tono su tono può dar vita a soluzioni inaspettate come ad esempio in un loft dal gusto industriale, rivisitato in chiave contemporanea ed elegante. Divani e poltrone, mensole e quadri, illuminazione e serramenti si amalgamano tra di loro ampliando la luce naturale, enfatizzata maggiormente se si opta per un pavimento in resina senza interruzioni di fughe. Smorzare la monotonia del bianco? Sarà sufficiente inserire un piccolo dettaglio colorato all'interno del contesto ma che non interferisca in modo preponderante con il tema principale scelto. Cucina in bianco: tradizionale o moderna Quando si pensa ad una cucina in bianco, immediatamente la tendenza che viene presa in considerazione è quella moderna dove le linee geometriche e la simmetria, la lucentezza del materiale e il contorno degli accessori enfatizzano uno skyline contemporaneo e tecnologico. Tuttavia, anche per i più conservatori che prediligono cappe in muratura, cassetti e antine sagomate con pensili e cornici, il total white è il giusto punto di partenza per ottenere una cucina in bianco tradizionale ma distintiva e originale. Uno spazio di lavoro immacolato che può essere spezzato dall’acciaio degli elettrodomestici, ma che non distolgono comunque l’attenzione da un arredo che non risulta assolutamente algido né apatico. Bagno in bianco: candore e lucentezza Solitamente i vari elementi che compongono una stanza da bagno sono già essenzialmente inseriti nella loro colorazione più usuale: un bel bianco nitido. Se la paura è quella di ottenere un progetto di arredo anonimo dove questo colore possa stancare, sarebbe bene evitare di incorrere in questo errore cercando di enfatizzare alcune zone, magari quella destinata a specchio e lavabo, giocando con materiali differenti. Pur impiegando la stessa nuance, è possibile movimentare un bagno in bianco esaltandone il candore e la lucentezza, dove pareti in legno sbiancato combinate a pavimenti opachi, renderanno più calda l’atmosfera interna anche senza l’inserimento di pigmenti inutili che minerebbero l’equilibrio di un progetto pressoché perfetto! Cameretta in bianco Il candore e la tenerezza sono elementi fondamentali per una cameretta in bianco per bambini. Un luogo dove lo spazio dedicato ai più piccoli deve poterli fare sentire rassicurati e dargli la possibilità di creare ed essere stimolati ad esplorare e sperimentare situazioni sempre nuove. Un colore tenue contribuisce a rendere rilassata e neutra una stanza che accoglierà il bimbo nella sua quotidianità contornata da morbidi tappeti sensoriali e complementi d’arredo in total white sicuri e utili. Total white: camera da letto ricercata Ambiente confortevole, progettato per il riposo e il relax. Ecco come dovrebbe essere pensata una camera da letto e arredata in ogni circostanza per agevolare la funzione del sonno e della tranquillità. Renderla ricercata con un look total white è assolutamente possibile, in special modo se entrano in gioco pochi ma sofisticati elementi di design. Optando per uno sfondo in bianco di pareti, parquet e infissi e continuando con letto, comodini e armadio tono su tono sarà più semplice collocare tessili, sculture e piante ornamentali che arricchiranno l’ambiente senza però far distogliere lo sguardo dalla tematica principale. Total white per uno studio essenziale Piccolo, compatto e reso omogeneo da un’unica colorazione: un total white per uno studio essenziale dove una zona inutilizzata, come una nicchia adiacente ad una bella finestra, può dar luogo ad uno spazio funzionale e utile per lavorare o dedicarsi ai propri hobby e passatempi. Tutto in bianco per aumentare la luminosità di un’area ristretta dove la luce naturale assume un ruolo fondamentale. Unica nota colorata? Un morbido sacco con funzione di poltrona per dare un senso di profondità. Total white per l’arredo in giardino Anche la zona outdoor può essere ideata in bianco, tenendo in considerazione i pochi ed essenziali complementi e accessori che divengono il fulcro per realizzare un progetto total white per l’arredo in giardino. Sedute e sdrai, tavolini e pouf sono i protagonisti di una tendenza conclamata in ogni area esterna dove anche balconi e terrazze vengono pensati con il medesimo stile e a completare il look intervengono grandi vasi, rigorosamente bianchi, e gazebi in tessuto leggero che racchiudono la zona relax e fanno da cornice a splendide giornate assolate da trascorrere all’aperto godendo di un bel cielo azzurro.
Idee chic per l’arredo di un soggiorno in bianco e nero
Visite ricevute
893
Immagini dell'articolo
10
Come arredare un soggiorno in bianco e nero Quella tra bianco e nero è un'alleanza che funziona sempre. Sono opposti ma perfetti insieme. Anche nell’arredamento del soggiorno questa coppia crea sempre buoni risultati indipendentemente dallo stile che si vuole creare. Il nero contrasta la luminosità del bianco, che grazie a questa contrapposizione risalta maggiormente, mentre l’ambiente acquista profondità. Sono due colori forti ed il loro abbinamento non è mai banale e scontato. L’effetto finale all’interno di una stanza è determinato da come vengono dosati ed utilizzati. Se il bianco predomina sul nero infatti si ha un ambiente luminoso e arioso, mentre quando accade il contrario si determinano atmosfere più intime ma anche permeate da un certo charme.  Scegliendo di arredare il proprio soggiorno puntando sul binomio bianco e nero si hanno infinite possibilità. Utilizzando esclusivamente questi colori così basic, il rischio che si possa ottenere un ambiente freddo, poco accogliente ed invitante è però dietro l’angolo. Risultato che nessuno vorrebbe per la propria zona giorno, neanche i più convinti minimalisti. All’interno di una salotto arredato prevalentemente con bianco e nero, anche i piccoli tocchi di colore risalteranno notevolmente ed ogni aggiunta andrà a definire maggiormente lo stile dell'ambiente. Ad esempio, inserendo qualche pianta verde e degli elementi in legno naturale l'atmosfera diventa più calda ed accogliente. Soggiorno in bianco e nero: come tinteggiare le pareti Utilizzando prevalentemente il bianco e nero per l’arredamento del soggiorno, dunque una base abbastanza neutra, per quanto riguarda il colore da assegnare alle pareti c’è assoluta libertà.  Per orientarsi e fare una scelta corretta si può procedere prendendo in considerazione tutti i colori ed i materiali presenti nel proprio salotto, come pavimento, infissi e porte interne per individuare una tonalità che stia bene nell’insieme.  Optando per muri dalle tonalità scure si accentueranno gli elementi bianchi, che risalteranno per contrasto, mentre quelli neri sembreranno quasi scomparire. Al contrario, tinteggiando le pareti con sfumature chiare o il bianco gli elementi neri verranno fuori con maggiore forza. Dipingere di nero le pareti del soggiorno è una scelta molto elegante e sofisticata. Un colore così scuro per i muri tuttavia potrebbe suscitare dei dubbi per quanto riguarda la luminosità della stanza, considerato che il nero assorbe la luce. Se però si hanno delle finestre ampie e si installano delle buone fonti di illuminazione artificiale il problema non si pone. Decidendo invece di dipingere soltanto una parete che si vuole valorizzare o una sua porzione con il colore nero, mentre le altre saranno bianche, allora l’impatto su tutto il salotto sarà attenuato.  Mobili di tendenza per un soggiorno in bianco e nero Quando ci si appresta ad arredare un soggiorno la scelta dei mobili è forse il momento più importante, poiché sono loro a caratterizzare maggiormente l’ambiente. Puntare sulla semplicità permette di avere un ambiente raffinato ed il bianco e nero si addicono bene ad un arredamento dalle linee epurate e minimali. Naturalmente non bisogna mai tralasciare la funzionalità e la praticità di ogni mobile, qualità che dovrebbero essere valutate almeno quanto l’estetica.  Un divano bianco per il salotto è una scelta molto raffinata. All’interno di un soggiorno dove un elemento così importante è totalmente candido si andranno ad utilizzare elementi neri come cuscini, pouf ma anche poltrone e tappeti scuri valorizzando così il divano ed accentuando il suo essere protagonista assoluto dello spazio. Alternando pezzi bianchi ad altri neri si ottiene infatti un mix equilibrato ed armonioso perfetto per chi desidera un soggiorno elegante. Illuminare con stile un soggiorno in bianco e nero L’illuminazione ha sempre un ruolo molto importante nel determinare la riuscita di un progetto di interior design. Un soggiorno con luci sbagliate non darà il confort necessario, sia se queste sono insufficienti sia se sono in eccesso. Affinché un soggiorno sia ben illuminato è necessaria la presenza di luci di diverso genere, in modo da avere una buona luminosità generale e sorgenti luminose puntuali da utilizzare ad esempio per leggere o lavorare. Lampadari e lampade sono però anche degli elementi decorativi da utilizzare per caratterizzare un ambiente così centrale per la casa come il salotto e ne influenzano molto lo stile. Optare per prodotti in materiali naturali come il legno e le fibre vegetali in abbinamento al bianco e nero darà vita ad un ambiente ispirato allo stile etnico, molto attuale e pieno di fascino. Optando per soluzioni più eleganti come le lampade con finiture metalliche quali l’ottone, l’oro o il rame si avrà invece un effetto vintage e nostalgico, sempre molto chic. Accessori per arredare un soggiorno in bianco e nero Oltre ai mobili ed all’illuminazione, per arredare un soggiorno in bianco e nero rendendolo chic bisogna scegliere con cura ogni singolo accessorio. Ad esempio, per decorare le pareti si può giocare sull’alternanza di colori che permette di ottenere un effetto raffinato e moderno. Utilizzando cornici dal profilo bianco ed altre dal profilo nero, con all’interno fotografie o stampe monocromatiche, si ottiene una galleria dal gusto minimalista che riempirà di stile il salotto. Anche accessori come vasi e contenitori contribuiscono nel determinare l’atmosfera del salotto, per cui fai in modo che anche questi elementi siano coordinati con il resto. All’interno di un salotto in bianco e nero, tra i materiali da preferire per gli accessori hai a disposizione il vetro, il marmo, le finiture metalliche o le ceramiche. Ognuno di essi apporterà delle caratteristiche diverse. Ad esempio per arricchire il soggiorno senza riempire troppo puoi ricorrere a qualche vaso in vetro trasparente con qualche ramo all’interno, con la sua leggerezza sarà un modo molto efficace per portare un tocco di freschezza. Tessuti e tappeti per un soggiorno in bianco e nero Infine, un’idea molto semplice per dare una nota personale ad un soggiorno in bianco e nero. Puntando su elementi come tessuti e tappeti puoi caratterizzare notevolmente lo spazio senza fare grossi interventi e senza spendere una fortuna. Un tappeto che riproduce un motivo grafico bianco e nero oppure a strisce è un ottimo modo per dare al soggiorno un tocco particolare. I tessuti di plaid e cuscini a tinta unita o con varie fantasie, sempre nelle stesse colorazioni, sono il tocco finale per un salotto in bianco e nero molto chic.
Sei un professionista?
Inserisci la tua attività su Archisio
Registrati gratis
Vai su
Ricevi 4 preventivi
Ricevi 4 preventivi gratuiti e senza impegno
 
Ricevi 4 preventivi
Ricevi 4 preventivi gratuiti
Cerca per parole chiave
Professionisti selezionati:
Cambia filtri
INVIA
Modifica filtri
Annulla