Menu
Ricevi 4 preventivi
Ricevi 4 preventivi gratuiti
Cerca per parole chiave

Articoli

Come personalizzare la propria casa grazie a piastrelle artigianali
Visite ricevute
31172
Immagini dell'articolo
4
Se si è alla ricerca di un sistema efficace per rimodernare o dare maggiore carattere a uno o più ambienti della nostra casa le piastrelle possono essere quello che fa per noi. Tuscany Art Lab - Decoratore - Montespertoli (FI) Spesso ci si trova nella condizione di voler modificare o migliorare una stanza, per dare un tocco in più all'arredamento oppure per combattere la noia di un'ambiante sempre uguale a se stesso da molto tempo, senza però potersi permettere dei cambiamenti drastici e radicali: ecco che le piastrelle ci vengono in aiuto. Tuscany Art Lab - Decoratore - Montespertoli (FI) Anche in caso di un'abitazione in affitto si può avvertire la necessità di un cambiamento di questi elementi tanto importanti nell'economia dell'arredamento d'interni: vivere in un ambiente poco curato o peggio ancora con elementi architettonici vecchi o usurati, datati o semplicemente non di nostro gusto, può essere molto fastidioso. Tuscany Art Lab - Decoratore - Montespertoli (FI) COME RINNOVARE AL MEGLIO UN AMBIENTE USANDO LE PIASTRELLE La scelta delle piastrelle deve essere ben ponderata ed eseguita con cautela: una volta posate infatti sarà estremamente complicato rimuoverle, ritrovandoci con decorazioni che non ci piacciono e un lavoro che non ci soddisfa appieno. La prima cosa da fare è tenere in grande considerazione il resto dell'arredamento della nostra casa, scegliendo qualcosa che per stile e colori possa essere in accordo con gli elementi che non possiamo in nessun modo cambiare. Altro elemento di grande importanza da prendere attentamente in esame prima di compiere un acquisto definitivo è la funzionalità: ci sono moltissime possibilità di scelta per tutte le tasche, i principali brand offrono cataloghi ricchissimi, dove è possibile trovare la risposta giusta a tutte le esigenze. Tuscany Art Lab - Decoratore - Montespertoli (FI) Un esempio può essere quello di Tuscany Art Lab, realtà toscana che è eccellenza nel settore delle piastrelle artigianali in Italia, grazie a una ricerca meticolosa e alla tradizione secolare della lavorazione di argilla pregiata, ricavata dal territorio toscano e a una lavorazione completamente manuale, che rifiuta qualsiasi tipologia di standardizzazione del prodotto, creando elementi unici per resistenza all'usura negli ambienti interni ed esterni. Tuscany Art Lab offre, inoltre, non solo i formati standard ma anche grandi formati come il 60X60 e il 30X120; inoltre le collezioni proposte sono numerosissime e personalizzabili tutte realizzate con la massima cura e mano artigianale. Una volta scelta la piastrella che fa per noi, aver ponderato l'adattabilità all'ambiente che deve accoglierlo e deciso di intervenire definitivamente con dei lavori è importante calcolare per bene i costi, che devono necessariamente tenere conto di quelli di smaltimento dei materiali che saranno rimossi. Ultimo consiglio, acquistatene sempre un po' più del necessario e conservatele, in modo da poterne avere a disposizione in caso in futuro abbiate bisogno di intervenire con una riparazione d'emergenza.
Arredamento Boho Chic, sintesi tra stile bohemien e modernità
Visite ricevute
22056
Immagini dell'articolo
3
Rivisitazione in chiave moderna dello stile bohemien, l'arredamento boho chic si è ormai conquistato grandi consensi nel mondo del design d'interni. Come nella moda, anche nell'arredamento esistono stili e tendenze di ritorno, qualcosa che non muore mai del tutto e che rivisitato e mixato ad altri elementi finisce per tornare in voga a distanza di tempo, frutto di analisi e studio da parte degli esperti del settore, capaci di cogliere immediatamente le direzioni delle nuove tendenze. L'arredamento boho chic è qualcosa di piuttosto recente nel tempo, dove alla base troviamo un riferimento decisamente marcato allo stile hippie degli anni '60 e '70. La parola “BoHo” è frutto di una fusione di due termini: “boho” da “bohemien” e “homeless” da “senza fissa dimora”, a dimostrazione della principale caratteristica di questa corrente, uno stile informale e dimesso, a tratti trasandato. L'arrendamento boho chic è quindi una versione più elegante e raffinata dello stile bohemien, destinata a simulare un ambiente dove regna l'accostamento spontaneo e nel quale convivono molti elementi di diversa derivazione ma in completa armonia. GLI ELEMENTI DELL'ARREDAMENTO BOHO CHIC In un mix di elementi vintage ed elementi moderni, l'arredamento boho chic si configura come un insieme di contrasti molto marcati ma non per questo di difficile accostamento l'uno con l'altro; questo fa si, però, che il risultato finale abbia un carattere molto marcato ed eccentrico, dove grandissima importanza è rivestita dal colore e dal ruolo che finiscono per giocare alcuni pezzi di arredamento particolari o vintage, elementi cardine intorno ai quali si fa girare di solito tutta la disposizione degli altri complementi d'arredo. Gli spazi devono essere “vissuti” e riempiti al massimo delle loro possibilità, con abbinamento di vintage e moderno che non devono però mai stridere. Ecco quindi che gli elementi di decoro divengono pedine importanti nell'arredamento boho chic: tappeti, tende e tessuti di vario tipo e stile uniti a complementi d'arredo che si completano a vicenda. In particolare l'atmosfera che richiama gli elementi cardine degli anni '60 e '70, fa dell'arredamento boho chic, un sistema per evocare uno stile di vita nomade e itinerante, con numerose influenze orientali e mediorientali. Si può quindi considerare lo stile dell'arredamento boho chic come un'insieme di vintage, gipsy, country ed etnico: grandissima importanza rivestono poi i materiali scelti per il design degli ambienti. Troviamo molto spesso l'accostamento di materiali apparentemente poco abbinabili come cemento e legno, oppure l'uso consistente di materiali di origine naturale come legno grezzo, cocco, vimini e lino. Un'altra caratteristica tipica dell'arredamento boho chic è la presenza di oggetti DYI: puntare sull'originalità e l'unicità di un pezzo è uno degli elementi chiave di questo stile, di conseguenza la possibilità di utilizzare decorazioni o complementi d'arredo fatti a mano o DYI è certamente un valore aggiunto, in modo da dare un tocco più esclusivo e personale all'ambiente scelto. In quest'ottica un'altra scelta possibile è quella di utilizzare mobili e oggetti di seconda mano, con la possibilità di scegliere arredi riconfigurabili: cuscini, sgabelli, ceramiche e tendaggi che finiscono per abbinarsi fra loro pur essendo perfettamente autonomi all'interno dello stesso ambiente.
Casa ecologica: gli elementi indispensabili per un'architettura sostenibile
Visite ricevute
22417
Immagini dell'articolo
6
L'innovazione tecnologica ha reso possibile l'incremento delle soluzioni ecosostenibili nella progettazione degli immobili: casa ecologica significa comfort e risparmio, con un importante occhio di riguardo all'ambiente. La crescita e l'espansione delle città sono, ormai, una realtà impossibile da ignorare: la cementificazione è un argomento di grande attualità e che investe numerosi settori, in particolare quello dell'edilizia: la casa ecologica gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo di un'architettura sempre più attenta e consapevole. La necessità di aree verdi va di pari passo con la sperimentazione in ambito architettonico proprio con lo scopo di rendere gli immobili amici dell'ambiente: una grossa mano contro l'avanzare dei cambiamenti climatici e, allo stesso tempo, fonte di benessere, comfort e anche, perché no, risparmio economico. LA CASA ECOLOGICA La struttura di una casa ecologica è tesa al risparmio energetico, con un'attenzione tutta incentrata sulla consapevolezza ambientale, dove l'efficienza è la parola d'ordine attorno alla quale ruota l'intera progettazione edilizia, per evitare il più possibile di gravare sull'ambiente circostante: riciclo, riqualificazione energetica di vecchie strutture, risparmio energetico e idrico e ovviamente efficienza energetica sono i punti principali sui quali si focalizzano le imprese che hanno deciso di dedicarsi alla costruzione di immobili ecologici. Tante imprese hanno fatto della casa ecologica la principale attività, molte delle quali con grandi risultati. Questo vale anche per il panorama italiano: un esempio importante è quello di Bio-House, impresa italiana che dopo più di sessant'anni di esperienza maturata nell'edilizia tradizionale, nel 2004 scegli di dedicarsi alla bioedilizia e con oltre 200 progetti realizzati è una delle realtà più incisive sul nostro territorio che, tra i vari servizi offerti, permette la scelta dell'immobile attraverso un catalogo facilmente personalizzabile per tipologia, piani, camere e prezzo proponendisi come unico referente per il coordinamento di ogni aspetto del progetto. Tutti le loro abitazioni appartengono alla classe energetica A4, la più alta classe vigente nella normativa nazionale, e vengono realizzate in un arco temporale che va dai cinque ai sette mesi. MA QUALI SONO GLI ELEMENTI FONDAMENTALI CHE UNA CASA ECOLOGICA DEVE AVERE? Per prima cosa, nel progettare una casa ecologia è necessario massimizzare l'uso delle risorse naturali, limitando il più possibile quello di tecnologie che si basano sul consumo delle energie tradizionali. L'edificio dovrà essere orientato in modo da sfruttare al massimo l'illuminazione e la ventilazione naturale, facendo attenzione a considerare il fatto che nei mesi caldi il sole “batte” verticalmente mentre nei mesi freddi i raggi tendono a diffondersi seguendo linee diagonali. Per limitare al minimo le perdite di calore la zona settentrionale della casa, quella esposta all'ombra e di conseguenza più soggetta al freddo durante i mesi invernali, dovrà avere pochissime aperture e in caso della presenza di infissi, questi dovranno essere opportunamente isolati: importante anche la presenza di doppi vetri. Allo stesso modo le zone della casa esposte a sud dovrebbero avere possibilità di vetrate ampie e apribili. Oltre l'orientamento e la disposizione delle varie zone della casa vanno poi considerati i materiali, che devono essere scelti in base al rapporto fra il benessere che se ne può ricavare e la possibilità di ottenere un basso impatto ambientale: particolare attenzione deve essere prestata nella scelta dell'impianto di riscaldamento che è l'elemento che consuma più di ogni altro nella casa. Probabilmente il miglior sistema di riscaldamento risulta essere quello integrato nel pavimento, pur considerando l'alto costo iniziale. Per quanto riguarda i bisogni di elettricità e illuminazione questi possono essere risolti con un impianto fotovoltaico integrato; allo stesso modo un impianto solare termico o geotermico possono sopperire al fabbisogno energetico per il riscaldamento dell'acqua. Inoltre un tetto verde può essere, oltre che un elemento estetico gradevole, un ottimo sistema isolante per l'intera abitazione. Oltre ai materiali, in ultimo, risulta fondamentale la gestione delle risorse, come per esempio quello dell'acqua, che si può ottenere tramite l'uso di della raccolta di acque piovane, installando sistemi di stoccaggio e sistemi di depurazione e filtraggio.
Sei un professionista?
Inserisci la tua attività su Archisio
Registrati gratis
Vai su
Ricevi 4 preventivi
Ricevi 4 preventivi gratuiti e senza impegno
 
Ricevi 4 preventivi
Ricevi 4 preventivi gratuiti
Cerca per parole chiave
Professionisti selezionati:
Cambia filtri
INVIA
Modifica filtri
Annulla