Menu

Spazio multifunzionale in casa: come trasformare un ambiente

Visite ricevute
4927
Immagini dell'articolo
10
Commenti ricevuti
0

Come creare in un unico ambiente uno spazio multifunzionale


Diverse tipologie di unità abitative moderne prevedono come costante la presenza di spazi multifunzionali. In sostanza si tratta di un unico ambiente utilizzato per svolgere funzioni differenti, a differenza della distribuzione interna delle case di concezione tradizionale dove ad ogni funzione è dedicato uno stanza nettamente separato. Si può applica indifferentemente a piccoli monolocali o ad ampi loft che si caratterizzano per una pianta aperta e fluida.

Trasformare un ambiente in uno spazio multifunzionale a volte richiede l'integrazione di elementi appartenenti a categorie distanti tra loro per cui può risultare faticoso trovare un legame che funziona sotto ogni punto di vista.


arredamento monolocali


In alcuni casi è necessario ideare delle soluzioni che consentono di variare l'assetto della stanza a seconda dei momenti, oppure l'utilizzo di elementi che possono assolvere a usi diversi. Talvolta si rende opportuno inserire delle partizioni, anche di tipo leggero e reversibile per organizzare lo spazio e per preservare la privacy dei diversi abitanti.


spazi multifunzione in casa


Il ricorso a spazi multifunzionali ha una serie di pregi e difetti, per i quali si può amare o odiare. L'idea di far convivere due funzioni nello spesso ambiente può essere una soluzione vantaggiosa per alcuni aspetti, come ad esempio la possibilità di avere spazi che beneficiano di un'ampia metratura invece che ridursi ad una superficie spezzettata in diversi locali più piccoli. D'altro canto la stessa soluzione può anche dare origine a difficoltà nella convivenza tra più persone, per l'impossibilità di poter avere spazi indipendenti e di potersi isolare quando lo si desidera.



Workspace o sala da pranzo


Nelle case contemporanee in cui la zona giorno è costituita da un ampio open space, creare diverse zone funzionali consente di organizzare lo spazio interno e sfruttarlo in maniera razionale. In un ambiente di questo genere, unire l'area di lavoro alla sala da pranzo può risultare molto confortevole poiché per entrambi gli utilizzi si può godere di un ambiente arioso e diafano. Concentrarsi nella ricerca di un buon equilibrio è necessario dal punto di vista estetico per avere un'atmosfera armoniosa e piacevole. Per ottenere questo risultato bisognerà optare per una soluzione d'arredo per l'ufficio che sia in sintonia con il resto dell'ambiente, selezionando attentamente gli elementi da tenere a vista. 


ufficio nella zona giorno


Innanzitutto, per integrare la postazione che si utilizza abitualmente per lavorare da remoto all'interno della sala da pranzo è necessario valutare i metri quadrati a disposizione. Se l'ampiezza lo consente si potrà aggiungere un angolo workspace fisso, scegliendo una posizione ben illuminata e dove sono presenti prese elettriche per alimentare il computer ed altri dispositivi utilizzati. Quando invece lo spazio è limitato si può utilizzare parte del tavolo da pranzo oppure dell'isola della cucina per allestire la propria postazione dedicata all'home working così da ottenere una soluzione ibrida.


living con zona di lavoro



Soggiorno o camera da letto


Un altro caso di convivenza tra ambienti dedicati ad attività diverse è l'unione di camera da letto e soggiorno. Questo abbinamento può sembrare abbastanza insolito ma nei piccoli appartamenti non lo è così tanto. Per i monolocali soprattutto questa è una soluzione molto comune e con un po' di impegno può anche essere piena di stile. 

La fusione tra zona giorno e zona notte può essere infatti un ottimo connubio. Senza fare troppo fatica, per dare a questa tipologia di ambiente multifunzionale un look sempre impeccabile diventa indispensabile sistemare con cura il letto, posizionando cuscini e coperte in modo da ottenere un mix gradevole anche quando sono visti dal soggiorno.


integrazione salotto e camera da letto


Integrare le due aree è più facile se entrambe hanno un aspetto simile, con materiali, colori e texture che formano un buon insieme. Se proprio risulta difficile conciliare le due aree, per creare una separazione ed avere maggiore intimità per la zona in cui si riposa si può fare ricorso a dei tendaggi che vadano a costituire un filtro reversibile e leggero. Non sempre infatti si possono rendere indipendenti le due aree creando delle partizioni fisse, per questioni di metratura ridotta, ad esempio. 


camera da letto aperta sul soggiorno



Camera matrimoniale o studio


Inserire un angolo studio in camera da letto a volte è una scelta obbligata per mancanza di spazio in altri ambienti della casa, ma con qualche accorgimento si può riuscire a trovare un buon compromesso. Essendo due funzioni così diverse, sarà imprescindibile selezionare mobili per l'ufficio che abbiano un linguaggio concordante con l'arredo della stanza. Completare aggiungendo elementi che scaldano l'ambiente come qualche pianta o dei tappeti aiuta a rendere l'insieme più accogliente e confortevole.


scrivania in camera da letto


Se invece si vuole marcare la separazione in modo netto si possono studiare delle soluzioni per separare le due funzioni, ad esempio, realizzando una parete vetrata. Essendo una partizione trasparente si riesce ad isolare la zona dedicata al riposo da quella dedicata al lavoro, ottenendo una divisione che mantiene il contatto visivo pur creando due spazi semi indipendenti.


separare l’ufficio dalla camera da letto



Dining room o giardino officinale indoor


Quando la sala da pranzo è collocata in una stanza separata qui si trascorrono solo pochi momenti della giornata per cui rischia di essere poco utilizzata. Chi ha il pollice verde può quindi creare un angolo verde proprio in questo ambiente, altrimenti un po' spoglio. Trasformare la sala da pranzo in un giardino interno riempiendola di piante o erbe aromatiche è un'idea che permette di decorare in modo sorprendente e dona un altro motivo per passare del tempo proprio qui, ad occuparsi delle diverse piante.

Inserendo nella sala da pranzo tanti scaffali su cui posizionare vasi con piante si ottiene un effetto molto scenografico senza occupare troppo spazio. Altre piante possono essere appoggiate sulla credenza o ancora sospese per un effetto ancora più suggestivo.


sala da pranzo con piante



Garage o sala prove


Per chi invece coltiva la passione della musica è fondamentale trovare un posto in casa dove poter provare senza arrecare disturbo ai propri conviventi ma anche ai propri vicini di casa. Il garage essendo un locale più appartato si presta bene ad ospitare questa attività. Per realizzare la sala prove in garage bisognerà migliorare l'isolamento acustico così da contenere i suoni prodotti prodotti, in particolare nelle ore notturne. Si potranno poi inserire gli strumenti musicali e le attrezzature necessarie per fare pratica come casse e microfoni. Per far convivere le due attività nello stesso ambiente basterà dividere idealmente lo spazio in due, destinando una parte alla sala prova e l'altra al garage, soprattutto se è qui che viene custodita l'automobile oppure una moto.


sala prove in garage

Hai bisogno di un preventivo per il tuo progetto e i tuoi lavori?
Ricevi 4 preventivi gratuiti
Ricevi 4 preventivi gratuiti e senza impegno
Sei un professionista?
Inserisci la tua attività su Archisio
Registrati gratis
Vai su
Professionisti selezionati:
Cambia filtri
INVIA
Modifica filtri
Annulla