Menu

Tendenze casa arredare in stile art decò

Visite ricevute
1018
Immagini dell'articolo
10
Commenti ricevuti
0

Come arredare casa in stile art decò


Una corrente artistica sviluppatasi a partire dagli anni ’20 del secolo scorso. Una tendenza che mette in risalto uno stile elegante e raffinato che ancora oggi è più che mai alla moda. Ciò che contraddistingue questo mood denominato art decò, nel campo dell’arte, dell’architettura e nel design a 360°, non è un’unica e spiccata particolarità, ma una serie di caratteristiche che, nell'epoca in cui è nato, ambivano a realizzare elementi e oggetti lussuosi e glamour ma al contempo connotati da un classico modernismo dove linearità netta e rigore delle forme facessero da padroni.



Come arredare casa in stile art deco



Le linee sofisticate e le decorazioni geometriche vengono associate a materiali differenti con una mescolanza originale e straordinarie di varie palette di colori, molto forti e d’impatto o maggiormente tenui e naturali.

Superfici lucide, accentuate dall’uso del metallo brillante, del legno laccato e del marmo cangiante, predominano nei progetti d’interni in stile art decò, dove la componente materica è molto varia e di gran pregio. L’inserimento di cristalli, come accessorio su paralumi di abatjour e lampade pendenti, insieme a materiali etnici come l’avorio, impreziosiscono ancor di più ambienti da condividere con i propri ospiti.



Tendenze casa arredare in stile art decò



Art decò per un living raffinato


Un living dalle concezioni contemporanee non può dialogare con le idee e i concetti che sono alla base dello stile art decò. Oggi giorno un ambiente open space lascia spazio al vivere quotidiano, dove elementi funzionali, pratici ed esteticamente straordinari accolgono le varie attività di una famiglia, di una coppia o di più persone che condividono una casa. Progettare e arredare un living raffinato, secondo i principi dell’art decò e che risulti in linea con i connotati di questo trend, significa creare una o più zone accoglienti e confortevoli, ma che non prescindano dall’innata eleganza dei complementi presenti e dalla loro disposizione che segue determinate convenzioni.


Art decò per un living raffinato


Una planimetria tipica per un living art decò, presuppone una collocazione concentrica delle sedute, disposte su tre o quattro lati, che racchiudono uno o più piani d’appoggio centrali. Ideare una zona giorno art decò non vuol dire avere una mentalità antiquata dove “vecchi mobili” vengono semplicemente abbinati tra loro. Un design moderno, caratterizza divani, poltrone, tavolini e vetrinette, che ben si accostano a tessuti pregiati a fantasia o a velluti monocromi, per dar vita ad un living sensazionale e di classe. L’atmosfera che si percepisce è leggermente formale, ma ciò non implica che questo ambiente meraviglioso non debba essere utilizzato costantemente e in maniera disinvolta come per qualsiasi altro stile d’arredo.



Salotto signorile in stile art decò


Esempi di un salotto signorile art decò se ne hanno a iosa e tutti messi in estremo risalto da immagini cinematografiche, estrapolate da importanti romanzi dell’epoca come Il grande Gatsby di F.S. Fitzgerald. Ambienti aristocratici, ampi e ricchi di mobilio, vengono pensati per accogliere molti ospiti durante cene e festeggiamenti.


Salotto signorile in stile art decò


Richiamare questa atmosfera in un contesto contemporaneo è oltremodo fattibile, facendo uso di elementi già citati e utili per ricreare uno spazio decò bello e confortevole, da vivere e non solo da osservare. Ma un salotto nel primo ventennio del Novecento poteva essere costituito anche da più zone con uno spazio principale importante e una serie di salottini disposti in nicchie lungo pareti o aree leggermente appartate rispetto a quella padronale. Ecco che ricreare un luogo simile in ambienti dalle dimensioni più contenute ai giorni nostri, risulterà forse più semplice, impiegando divanetti o poltrone, mini tavolini e lampade d’ambiente, per una porzione di casa, intima e superba.


Salotto signorile in stile decò



Cucina funzionale e sala da pranzo art decò


Parlare di art decò applicata ad una cucina, non è così semplice come potrebbe sembrare, in quanto all’epoca della nascita di questa tendenza stilistica, l’area destinata alla zona cottura era caratterizzata dall’inserimento di elementi singoli e a sé stanti, a volte con lavelli a muro, piani cottura a legna, mobiletti come dispensa, che non seguivano necessariamente le caratteristiche tipiche del nuovo look nascente. Realizzare al giorno d’oggi una cucina funzionale art decò è fattibile se abbinata ad una sala da pranzo intrisa di elementi tipici di questo mood d’arredo.


Cucina funzionale e sala da pranzo art decò


Tavoli importanti in cristallo e sedute imbottite con braccioli metallici si abbinano a mobili in bianco lineari ma con cornici e rubinetterie in stile anni ’20 per creare un progetto d’interni ben studiato e d’effetto.


Bagno ricercato in stile art decò


Progettare un bagno ricercato in stile art decò significa utilizzare due materiali fondamentali: marmo per i rivestimenti e ottone per la rubinetteria. Piastrelle dalle dimensioni classiche o lastre di grandezza sostenuta per pavimenti e pareti sono i primi da inserire in una pianificazione per una stanza da bagno decò di tendenza, anche se ideazioni più contemporanee utilizzano resine a finto marmo per piani di calpestio dall’effetto wow e boiserie per decorare la muratura circostante.


Bagno contemporaneo in stile art decò


I colori da utilizzare sono sostanzialmente il bianco e il nero, intercambiabili e da mixare per attuare soluzioni estetiche davvero glamour. Sanitari da appoggio sagomati, lavandini con fusto a vista e vasche con piedini, sono l’emblema di un bagno anni ’20. Tuttavia anche in questo caso, proposte innovative con forme più contemporanee e freestanding ma che richiamano nell’immediato un gusto art decò, possono valorizzare ed essere oltremodo funzionali in un ambiente di nuova concezione ma con un look assolutamente retrò


Bagno ricercato in stile art decò


Rubinetteria color dell’oro, importante e quasi d’epoca per le forme utilizzate, completa l’aspetto esteriore di un bagno trendy, ultimato da accessori ineguagliabili come importanti specchiere con cornice, luci da parete con lampadari abbinati e bianchi asciugamani immacolati.



Art decò: elegante camera da letto


Come per ogni altra stanza presente in casa, una camera da letto che segua una scelta stilistica come l’art decò, risulterà sicuramente elegante e austera, seguendo una sua composizione tradizionale e seguendo una veicolata scelta di materiali e colori rigorosi. Non c’è spazio in queste progettazioni, per colori fantasiosi e accessori estrosi.


Art decò: elegante camera da letto


La struttura letto in metallo ricalca la rigida forma di solidi lineari e geometrici, nella concezione moderna, già impiegata agli albori della nascita di questo stile, di annettere alla testiera i comodini. Un armadio, posto frontalmente, racchiude abiti e calzature, abbinato a volte a cassettiere per la biancheria. Una poltroncina con tavolino da caffè, conclude l’elenco dei complementi d’arredo necessari per far rivivere lo stile art decò in una zona notte.


Art decò: perfetto in camera da letto


Pavimenti in marmo sono apprezzati ma anche un prezioso parquet può sostituire un materiale sicuramente più freddo in una camera matrimoniale. 

Hai bisogno di un preventivo per il tuo progetto e i tuoi lavori?
Ricevi 4 preventivi gratuiti
Ricevi 4 preventivi gratuiti e senza impegno
Sei un professionista?
Inserisci la tua attività su Archisio
Registrati gratis
Vai su
Professionisti selezionati:
Cambia filtri
INVIA
Modifica filtri
Annulla