Menu

Ristrutturare il balcone: tutti gli step da seguire

Visite ricevute
5894
Immagini dell'articolo
10
Commenti ricevuti
0

Come eseguire i lavori di rifacimento di un balcone


La ristrutturazione completa del balcone è un intervento che si rende necessario per diversi motivi. La causa principale che spinge a rifare il balcone è la comparsa di segni visibili ed inequivocabili di degrado o cedimento. Questi fenomeni si verificano a causa della forte esposizione dei balconi agli agenti atmosferici per lungo tempo, oppure può derivare da errori nella progettazione o nella realizzazione del balcone, incluso l'utilizzo di materiali di scarsa qualità. Talvolta ristrutturare il balcone si rende urgente per questioni di sicurezza, soprattutto in costruzioni datate.

Una situazione diversa si ha invece quando si decide di rinnovare il balcone semplicemente per offrire alla propria casa un ambiente all'aria aperta curato e funzionale, dove si possa trascorrere dei momenti di relax. 

Prima di intervenire bisogna fare una distinzione necessaria tra balcone privato e balcone condominiale. Mentre per un edificio indipendente si ha la libertà di scegliere come modificare il balcone e quali materiali utilizzare, in condominio potrebbe essere richiesto il rispetto delle regole di decoro imposte dal regolamento condominiale per cui si dovrebbe agire di conseguenza adattandosi alle norme.


ristrutturazione balcone


In presenza di danni visibili sulla struttura del balcone, come parti di intonaco del sottobalcone staccate con il ferro del cemento armato a vista oppure frontalini sgretolati, prima di intervenire sul balcone sarà indispensabile rivolgersi ad un tecnico che possa valutare se necessario mettere in sicurezza il balcone attraverso un'opera di consolidamento strutturale. Per prima cosa devono essere rimosse le componenti instabili per poi ripristinare la struttura in cemento armato e gli intonaci.

Una volta sistemata la parte strutturale si potrà intervenire sulla pavimentazione, partendo dalla demolizione del rivestimento e del massetto per poi passare al rifacimento della pavimentazione con attenzione alle pendenze per evitare ristagni d'acqua.

Per completare bisognerà intervenire anche su ringhiere o parapetti optando, a seconda dei casi, per la sostituzione o il rifacimento dell'esistente.

Per le pareti del balcone la ristrutturazione può consistere nel rifacimento dell'intonaco ma se questo strato è in buono stato può essere sufficiente la semplice tinteggiatura. 


rifacimento balcone


Da valutare la necessità di posare materiali con particolari qualità, anche in base al luogo in cui si trova l'edificio. Ad esempio, se ci sono frequenti gelate invernali bisognerà impiegare materiali con elevata resistenza alle basse temperature.



Come impermeabilizzare un balcone


L'impermeabilizzazione del balcone è fondamentale per bloccare le infiltrazioni d'acqua negli strati sottostanti la pavimentazione, evitando conseguenze sulle componenti strutturali ed aumentandone la durata. Lo strato impermeabilizzante viene posto sotto alla pavimentazione. Generalmente si applica una guaina bituminosa con particolare attenzione alle zone di raccordo dove si hanno più probabilità di infiltrazioni.

Quando il pavimento si presenta in buono stato si può valutare l'idea di realizzare una ristrutturazione che non prevede demolizioni con tempi e costi contenuti, optando per la posa di un impermeabilizzante sopra la pavimentazione.

Un ulteriore elemento utile per l'impermeabilizzazione del balcone è la posa di scossaline in rame o altro materiale che impediscono il contatto dell'acqua su determinate superfici, come i frontalini del balcone, altrimenti esposte alla pioggia o altri agenti atmosferici.


balcone moderno



Quali pavimentazioni scegliere per rifare un balcone


Il materiale ideale da posare per il nuovo pavimento del balcone è resistente agli agenti atmosferici, al cambio di temperatura, al gelo, alle macchie ed è antiscivolo.

Le opzioni da considerare sono molte. Tra queste una valida possibilità è costituita dai pavimenti in legno per esterni. Hanno notevoli qualità dal punto di vista estetico ed apportano un affascinante tocco naturale all'edificio, rendendo l'atmosfera del balcone sofisticata ed accogliente. Questa soluzione risulta vantaggiosa da molti punti di vista ma è sempre necessaria una manutenzione corretta e costante per mantenere il pavimento in legno sempre in perfette condizioni. 


pavimento in legno per esterni


Una soluzione più classica per pavimentare il balcone è la posa di piastrelle. Quelle in grés porcellanato rappresentano un'ottima scelta grazie alle elevate prestazioni in termini di resistenza all'usura e all'urto, la bassa porosità, l'ingelività e la semplicità di pulizia.

Anche dal punto di vista estetico sono un buon prodotto essendo proposte in molte varianti diverse per formato e finiture. Si possono trovare piastrelle in grés porcellanato che riproducono fedelmente l’aspetto di altri materiali quali pietra, marmo, legno o cemento, oppure i motivi ornamentali tipici delle cementine.


pavimentazione balcone


Altre soluzioni altrettanto valide sono la resina, il cotto o le pietre naturali.



Rifacimento della ringhiera: recupero o sostituzione?


Una ulteriore componente su cui intervenire nell'ambito del rifacimento del balcone è la ringhiera. La strada della sostituzione risulta conveniente quando la ringhiera o il parapetto esistente si presenta in cattivo stato di conservazione ed il costo per ripristinarla sarebbe superiore a quello necessario per sostituirla. Una nuova ringhiera è occasione per dare un aspetto rinnovato al balcone, più attuale oppure più consono al proprio gusto. Ad esempio, sostituire un parapetto opaco con uno in vetro consente di alleggerire la struttura e godere della vista sull'esterno oltre a dare un aspetto più contemporaneo all'edificio. Inoltre i parapetti in vetro non hanno bisogno di manutenzioni particolari se non la semplice pulizia della superficie.


parapetto in vetro


Il recupero della ringhiera andrebbe effettuato solo quando questa è in buono stato oppure se si tratta di un elemento di pregio artistico o architettonico, ad esempio. In questo modo non si snatura l’edificio e si mantiene il suo aspetto originale.

Le classiche ringhiere in ferro sono soggette ad usura e ruggine e perciò vanno riverniciate periodicamente, sempre dopo aver eliminato lo strato di vernice presente e applicato prodotti antiruggine. Questo può essere un lavoro complesso, soprattutto per ringhiere dal disegno particolarmente elaborato.


ringhiere per balconi



Balcone: tinteggiare pareti e aree intonacate


L'ultimo step necessario per dare al balcone di casa un aspetto totalmente rinnovato è la tinteggiatura delle pareti e di tutte quelle componenti intonacate, come la copertura oppure parapetti in muratura o loro parti. Questo tocco finale si rende necessario soprattutto per omogeneizzare l'aspetto delle superfici intonacate se sono state eseguite delle riparazioni puntuali. La pittura murale da applicare dovrà essere specifica per esterni ed avere caratteristiche tali da assicurare stabilità e protezione durevole, resistenza agli agenti atmosferici, allo sporco ed alle muffe.


tinteggiatura balcone



Balcone aperto o chiuso?


Il classico balcone è aperto dall'altezza della ringhiera verso l'alto. Alcuni balconi hanno copertura indipendente oppure coincidente con la soletta del balcone del piano superiore, mentre sui lati possono essere aperti oppure chiusi, come accade quando sono incassati nel volume dell'edificio. Questa soluzione consente di avere uno spazio esposto all'aria aperta ed al sole da sfruttare in particolare nelle stagioni calde, anche inserendo elementi d'arredo per esterni, tende da sole o ombrelloni. 


balcone aperto


Quando si interviene su un balcone può essere considerata l'ipotesi di chiuderlo ricavando così un ambiente più riparato. Solitamente ciò avviene per i balconi con esposizione a nord poiché sono poco soleggiati e di conseguenza scarsamente godibili da aperti.

Il balcone può essere chiuso con delle vetrate realizzate su misura, fisse o apribili. Si ottiene uno spazio verandato che diventa a tutti gli effetti una stanza aggiuntiva, da utilizzare come pratico ripostiglio oppure come ambiente di soggiorno. 


balcone chiuso


Hai bisogno di un preventivo per il tuo progetto e i tuoi lavori?
Ricevi 4 preventivi gratuiti
Ricevi 4 preventivi gratuiti e senza impegno
Sei un professionista?
Inserisci la tua attività su Archisio
Registrati gratis
Vai su
Professionisti selezionati:
Cambia filtri
INVIA
Modifica filtri
Annulla