Menu

Pavimento per il bagno: 5 materiali che ispirano

Visite ricevute
509
Immagini dell'articolo
10
Commenti ricevuti
0

Quale rivestimento scegliere per il pavimento del bagno 


Delineare lo stile di un bagno richiede una capacità che esuli dalle attività che si svolgono al suo interno. Naturalmente una bath room, deve essere pratica e in ogni suo spazio funzionale, efficiente e confortevole ma il suo look è determinato dalle grandi e piccole scelte che si devono prendere per quanto riguarda la parte relativa ai rivestimenti e ai complementi d’arredo. 


Pavimento per il bagno: 5 materiali che ispirano


Partire da una selezione, tra le tante proposte, che riguardano il pavimento, è la soluzione migliore proprio perché riguarda un’ampia area di una stanza di servizio, che sarà ampiamente visibile ogni volta che si entra o esce dal bagno stesso.


Quale rivestimento scegliere per il pavimento del bagno


Solamente questo elemento, anche nella sua versione più semplice, saprà indirizzare l’aspetto esteriore di questa stanza di casa, verso un trend piuttosto che un altro, caratterizzando tutta l’atmosfera circostante.



Pavimento per il bagno in legno


Pavimento in legno per il bagno? Assolutamente sì. Non vi è nulla di così strano nel voler inserire un parquet all’interno di una stanza dove solitamente il legno era considerato un tabù per la paura di rovinarlo a contatto con acqua e umidità.

Posare un pavimento per il bagno con un materiale che solamente in apparenza risulta delicato e fragile, non presenta in realtà ostacoli o impedimenti da una prospettiva di tipo tecnico e sarà sufficiente avere un minimo di accortezza su alcuni passi da compiere, per mantenerlo sempre perfetto, bello e splendente.

Il problema che tutti si pongono è il vapore all’ interno del bagno, dopo aver fatto una doccia o aver utilizzato a lungo la vasca. 


Pavimento per il bagno in legno


In realtà se la stanza, dopo il suo utilizzo, viene regolarmente areata, l’umido presente non avrà davvero il tempo di intaccare un pavimento, anche se realizzato con un materiale vivo come il legno. Inoltre, la scelta di essenze maggiormente resistenti all’acqua sotto tutte le sue forme, come il teak, l’iroko o il rovere, garantiranno una ulteriore sicurezza associata ad una bellezza particolare di venature e colorazioni proposte.

Infine, per avere un ulteriore garanzia, anche a livello di facilità di pulizia e asciugatura, rifinire il pavimento in legno con uno strato di vernice può dissipare tutti i dubbi sulla scelta di questo materiale per il vostro bagno. La finitura ad olio ha sicuramente un fascino più naturale e autentico, che trasmette sensazioni di calore camminando ci sopra a piedi nudi.


Bagno: pavimento in legno


L’unico accorgimento è che deve essere sottoposto a manutenzione ordinaria per poter ripristinarne il film superficiale protettivo. 



Pavimento per il bagno in cemento 


Il pavimento in cemento, riguardano soluzioni tecnologiche, insieme alle resine, di pavimentazioni lisce e senza fughe, utilizzate un tempo solamente in edifici industriali, molto resistenti perché realizzati da polimeri con base cementizia. Dopo aver preso piede in abitazioni che volutamente volevano mantenere il gusto industriale al proprio interno (loft), questa tendenza di gran moda è stata introdotta anche in stanze apparentemente poco adatte a tale scelta stilistica, ma in realtà offrendo risultati sorprendenti e spettacolari. 


Bagno con pavimento in cemento


Un pavimento per il bagno in cemento è perfetto sia in nuove progettazioni che in fase di ristrutturazione, dato il suo minimo spessore compreso tra i 3 e i 5 mm e applicabile anche su pavimenti esistenti. A differenza delle resine dona un aspetto meno plastico alla pavimentazione del bagno stesso, rendendolo più naturale e con un look maggiormente materico. Personalizzabile nei colori, è di gran lunga più chic nella sua tipica colorazione in grigio e nella finitura opaca che non cambia nuance nel tempo.


Pavimento per il bagno in cemento


Molto resistente a qualsiasi sollecitazione, è perfetto in un ambiente dove l’acqua viene abbondantemente utilizzata, con la conseguente produzione e di conseguenza vapori e umidità.



Pavimento per il bagno in marmo 


Come in ogni situazione il marmo è sinonimo di eleganza e classe, grazie alla sua configurazione raffinata dai colori distintivi e dalle venature che lo caratterizzano. Un pavimento in marmo in un bagno, può a seconda dell’arredo abbinato, far propendere lo stile verso concezioni più tradizionali e sempre apprezzate o verso progettazioni moderne e contemporanee di grande effetto. Ma quali sono realmente i fattori che ci possono portare a scegliere questa soluzione rispetto ad altre altrettanto valide ed efficaci?


Pavimento per il bagno in marmo


  • In primo luogo la durevolezza e la resistenza di una pietra sapientemente lavorata e trasformata;
  • la versatilità del prodotto che permette realizzazioni su misura anche dove le geometrie e le superfici calpestabili sono particolari e impervie da realizzare;
  • la facilità di mantenimento e pulizia con qualche piccola accortezza verso ristagni di acqua che potrebbero creare delle macchie sulla superficie;
  • il suo valore nel tempo data l’importanza del materiale stesso, che aumenta di gran lunga il valore di una camera di servizio come un bagno, rendendolo un gioiellino all’interno di qualsiasi abitazione.


Bagno con pavimento in marmo



Pavimento per il bagno in gres 


Per un bagno, scegliere piastrelle in gres per un pavimento da sogno, è sempre un’opzione vincente e che mai stancherà nel tempo. Il gres porcellanato presenta delle qualità ottimali e performanti:

  • resistenza e robustezza;
  • impermeabilità e idrorepellenza;
  • facilità di posa e manutenzione;
  • praticità nella pulizia e detergenza;

ed è perfetto per chi non desidera avere sorprese di nessun tipo all’interno del proprio bagno, a livello di problemi di umidità, muffe, porosità di materiali e quant’altro.


Pavimento per il bagno in gres


Disponibili in svariate grandezze, fantasie, forme e finiture superficiali, garantiscono un’eccellente funzionalità ed efficienza, per un piano di calpestio molto sfruttato, associato ad un’estetica dal design ricercato e considerevolmente apprezzato.



Pavimento per il bagno in cotto

 

Scegliere il cotto per il pavimento di un bagno è una decisione non da tutti perché l’idea comune è quella che questo materiale debba essere impiegato in case di paese o in rustici in campagna. Sicuramente in queste determinate abitazioni un pavimento in cotto trova la sua naturale dislocazione, rimanendo fedele a stile, colori e finiture tipiche di case agresti. In realtà viene oggigiorno impiegato anche in appartamenti e case cittadine, con accostamenti di stili minimalisti e contemporanei di arredi e rivestimenti murali, che sapranno trasformare il look del vostro bagno in modo davvero inaspettato.


Pavimento per il bagno in cotto


Il cotto è un materiale poroso con una superficie non smaltata, quindi adatto per chi ama una finitura non levigata né lucida. Solitamente lo si lavora con trattamenti antimacchia che lo rendono più resistente e pratico da conservare e pulire. In progetti particolari, vengono impiegate mattonelle realizzate a mano e su misura, con spessori anche minimi per ottenere un pavimento per il bagno in cotto davvero unico nel suo genere.

Hai bisogno di un preventivo per il tuo progetto e i tuoi lavori?
Ricevi 4 preventivi gratuiti
Ricevi 4 preventivi gratuiti e senza impegno
Sei un professionista?
Inserisci la tua attività su Archisio
Registrati gratis
Vai su
Professionisti selezionati:
Cambia filtri
INVIA
Modifica filtri
Annulla