Menu

Parquet: quale tipologia di legno scegliere?

Visite ricevute
5051
Immagini dell'articolo
10
Commenti ricevuti
0

Parquet in casa: 6 essenze a confronto


Le tipologie di legno per la realizzazione di un parquet in casa sono molteplici e tutte ricche di peculiarità importanti da valutare di volta in volta, a seconda del luogo e dell’utilizzo che si intende avere per un pavimento in questo materiale, da collocare nelle varie camere della propria abitazione. Archisio ha selezionato per voi 6 tipiche essenze che, messe a confronto, vi faranno capire meglio quali siano le principali caratteristiche di ciascuno con degli esempi di ambienti interni, molto esplicativi e capaci di ispirare per futuri progetti.


Parquet in casa: 6 essenze a confronto



Parquet in casa: il rovere


Una delle prime essenze presentate dai professionisti del settore parquet è sicuramente il rovere, categoria appartenente ai legni più pregiati ed eleganti che trovano negli ambienti interni in cui sono inseriti largo impiego, per le sue ottime qualità estetiche e non solo. Proveniente dalle zone europee centrali ha molteplici caratteristiche da offrire, quali: durezza, resistenza agli urti e all’usura, resistenza nel tempo alla flessione e resistenza a muffe e batteri, lo rendono un legname perfetto per dei piani di calpestio molto sollecitati e utilizzati.


Parquet in casa: il rovere


Un parquet in casa in rovere è connotato da una bellezza intrinseca capace di soddisfare le varie esigenze e richieste in termini di pavimentazione indoor.

Infatti, oltre alle tante peculiarità a livello edilizio, trova nelle molteplici sfumature esistenti, il modo di essere scelto per svariati progetti, con palette che variano a seconda della composizione della fibra della pianta, della stratificazione, dai tempi di essicazione e dal tipo di finitura. Bellissimo al naturale, sbiancato o spazzolato, come tutti i materiali vivi e in continua evoluzione, un parquet in rovere può subire qualche leggero cambiamento ma quasi esclusivamente a livello di colorazione superficiale, in special modo se sottoposto eccessivamente alla luce del sole. Bisognerà pertanto attuare qualche piccola accortezza, cercando di schermare l’ingresso dei raggi solari nella stagione più calda.


Parquet: quale tipologia di legno scegliere?


Altra nota dolente può essere il budget richiesto: tra le tante scelte è di sicuro una tra le più costose ma è anche vero che il rapporto qualità – tempo – prezzo è da valutare e sarà riscontrabile positivamente vedendo la sua capacità di mantenersi praticamente intatto nel corso degli anni.



Parquet in casa: il frassino


Il frassino, può essere considerato il fratello minore del rovere, con connotati molto simili che lo rendono una validissima alternativa da utilizzare per parquet in casa, sensazionali e dall’aspetto oltremodo naturale.

Rispetto al legno di rovere è molto più semplice da reperire (presente in tutta Europa e in Asia) con costi sicuramente inferiori (30-90 euro/mq) ma con alcuni aspetti fondamentali che vanno considerati nel momento in cui si deve attuare una scelta relativa al suo acquisto e successiva posa.

Ha una venatura robusta ma è un prodotto flessibile con tendenza ad incurvarsi a causa dell’umidità del luogo in cui si è sviluppato.


Parquet in casa: il frassino


Questa proprietà determina alcune conseguenze sulle prestazioni del pavimento che si andrà a inserire in varie ideazioni di interni ma che vengono limitate in modo artificiale, sottoponendo il legno a trattamenti termici per fargli assimilare maggiore stabilità e resistenza.

Si può trovare in commercio nella sua lavorazione naturale o sbiancato, molto richiesto per ambienti attuali e con complementi d’arredo futuristici e moderni.


Parquet in casa: il frassino



Parquet in casa: il castagno


Calore, naturalezza e raffinato disegno nelle venature. Ecco alcuni requisiti che un parquet di casa in castagno saprà trasmettere nei vari ambienti in cui verrà inserito. E’ un essenza che presenta all’incirca le medesime caratteristiche di durabilità e resistenza dei suoi colleghi, ma bisogna distinguere le parti del tronco, durame e alburno, che hanno differenti colori e prestazioni.


Parquet in casa: il castagno


Per una pavimentazione è decisamente meglio servirsi del primo, con colorazione più scura, non deteriorabile a causa di insetti e funghi e con una durezza migliore per un piano di calpestio casalingo.I suoi listoni con nodi e venature marcate, sono molto richiesti in progetti dal sapore nordico o dal gusto country chic, dove un tocco di natura e atmosfera agreste deve entrare in casa, ma in maniera comunque dolce e raffinata. Al metro quadro ha un costo che si aggira intorno ai 100 euro.



Parquet in casa: il doussiè


Doussié: un particolare tipo di legno proveniente dall’Africa, molto in voga in progetti in e outdoor per pavimentazioni grazie alla sua resistenza all’acqua, sotto tutte le sue forme, e per questo molto adatto a spazi esterni come terrazze e balconi, ma oggi impiegato con successo anche in cucine e ambienti di servizio come il bagno, entrambi soggetti a fumi, vapori e umidità.


Parquet in casa: il doussiè


Grazie alla sua durezza e alla capacità di non deformarsi, i listoni in questa essenza garantiscono una continuità nel tempo, anche se, come accade per tutte le tipologie di legname, anche il doussié è soggetto a contusioni da urti o a lacerazioni, dovute a trascinamenti e sfregature di complementi e arredi. Importante quindi che la finitura sia applicata ad hoc per evitare indesiderati graffi o bolli superficiali. La resa estetica, le colorazioni molto trendy e le pose di tendenza, aumentano il valore di questo legno che a livello economico si trova in una gamma ottimale, tra i 30 e i 50 euro al metro quadro.



Parquet in casa: il wengé


Altra pianta proveniente dal continente nero, è il wengé, legno conosciutissimo e molto apprezzato in realizzazioni di ogni genere e con risultati sempre sorprendenti che riescono a soddisfare sia visivamente che al tatto i padroni di casa che lo richiedono per i propri ambienti interni. Compatto, duro, resistente, stabile e con uno stato di conservazione a lungo termine.


Parquet in casa: il wengé


Praticamente il materiale perfetto per la posa di un parquet in casa. Il suo colore bruno lo contraddistingue da tutti gli altri e i suoi listoni hanno un costo che si aggira tra i 60 e i 100 euro al metro quadro, a seconda della lunghezza e dello spessore. Proprio grazie a questa tinta tendente al nero, può essere utilizzato in molteplici ambienti, dalla cucina alla camera da letto, dal soggiorno allo studio, ponendosi come un fondale neutro su cui abbinare gli stili e le tinte più svariate, dal classico tradizionale, al più contemporaneo minimalismo.


Parquet in casa in wengé



Parquet in casa: l’iroko


Ricavato da una pianta di origine africana, l’iroko è un perfetto materiale naturale con sfumature tendenti allo scuro, che molti brand utilizzano per produrre listoni per parquet chic e sensazionali. Annovera tantissimi connotati positivi e utili per far ricadere su di sé la scelta per realizzare un pavimento di casa di tendenza, molto sfruttato poiché particolarmente adatto a sopportare umidità e continui passaggi. Le peculiarità che lo riguardano sono:

  • durabilità, resistenza e durezza;
  • stabilità con minimi tassi di dilatazione e ritiro con comportamenti ottimali nei confronti di acqua e vapore;
  • facilità di lavorazione e taglio con semplicità di assorbimento di ogni tipologia di finitura;
  • peso idoneo per una posa facilitata.


Parquet in casa: l’iroko


Per queste sue qualità di gran pregio, che lo rendono molto simile al teak, è un’essenza perfetta per chi vuole realizzare un parquet in casa all’interno di un bagno o in una lavanderia chic e funzionale. Il buon compromesso di questo legno particolare, riguarda i costi del prodotto stesso in relazione alle performance che garantisce. Al metro quadro è possibile trovare costi variabili tra gli 30 e i 60 euro in base alla classificazione di prima, seconda o terza scelta: una buonissima opzione da valutare quando si hanno grandi metrature da coprire un una nuova abitazione o in una dimora da ristrutturare.

Hai bisogno di un preventivo per il tuo progetto e i tuoi lavori?
Ricevi 4 preventivi gratuiti
Ricevi 4 preventivi gratuiti e senza impegno
Sei un professionista?
Inserisci la tua attività su Archisio
Registrati gratis
Vai su
Professionisti selezionati:
Cambia filtri
INVIA
Modifica filtri
Annulla