Menu

Living: arredare gli spazi in maniera multifunzionale

Visite ricevute
509
Immagini dell'articolo
10
Commenti ricevuti
0

Come organizzare un living multifunzionale


Il living è uno spazio in cui si trascorre molto tempo, dedicandosi a svariate attività oltre a trascorrere momenti di semplice relax. Organizzare questo spazio in modo da assecondare le proprie esigenze consente di avere il massimo del comfort. Per organizzare un living multifunzionale in maniera efficace l'arredamento di questo ambiente deve essere appropriato allo svolgimento di ognuna delle attività stabilite, anche prevedendo soluzioni come:

  • divisioni flessibili;
  • zone indipendenti;
  • arredi versatili;
  • mobili trasformabili.


living flessibile


Oltre alla praticità, per ottenere uno spazio multifunzione gradevole è necessario arredare in maniera da creare armonia tra le diverse componenti. Utilizzare materiali, colori e stili che abbiano un linguaggio comune in tutte le zone del living, pur mantenendo una certa varietà è la strada per ottenere un buon risultato.


arredamento living multifunzionale


Affinché si possa organizzare il living in maniera multifunzionale non è necessario disporre di uno spazio particolarmente ampio. Per living di pochi metri quadrati si possono utilizzare a questo scopo soluzioni intelligenti e salvaspazio con cui ottimizzare l'uso della superficie disponibile grazie all'ingombro ridotto.



Living versatile: area relax e workspace


Chi lavora in casa ha la necessità di individuare uno spazio in cui inserire il workspace ed il living è uno degli ambienti da considerare. Per allestire lo spazio di lavoro all'interno del living è necessario individuare una zona sufficientemente ampia ed abbastanza indipendente rispetto all'area relax, in modo che ci possa essere una netta distinzione tra le due attività. Avere le due zone a debita distanza consente di potersi concentrare quando si lavora, così come di potersi rilassare pienamente senza pensare al lavoro nel proprio tempo libero.

Integrare lo spazio di lavoro all'area relax richiede l'utilizzo di un arredamento che non sia troppo da ufficio, ma che abbia lo stesso linguaggio dei mobili della casa. Gli arredi principali come la scrivania e la sedia avranno quindi linee e finiture che si abbinano bene con l'arredamento del living.


zona lavoro o studio nel living



Living con sala musica incorporata


Chi suona uno strumento musicale può avere la necessità di realizzare uno spazio dove esercitarsi all'interno del living. 

A seconda delle dimensioni dello strumento occorrerà disporre di una superficie proporzionata da destinare alla sala musica incorporata nel living. Per un pianoforte a coda, ad esempio è necessario prevedere oltre allo spazio per lo strumento stesso e per sedersi comodamente a suonare anche lo spazio per poter passare intorno agevolmente. Se si lascia uno spazio vuoto intorno allo strumento, inoltre, la sua presenza nell'ambiente risulterà valorizzata e diventerà un elemento decorativo all'interno del living.


strumenti musicali nel soggiorno


Per combinare la sala musica al living non è necessario prevedere delle divisioni nette, in quanto si tratta di due tipologie di ambiente che possono convivere senza problemi. L'inconveniente potrebbe essere il disturbo arrecato ai vicini a causa del volume della musica per cui potrebbe essere necessario prevedere un'insonorizzazione delle pareti del living. Un buon isolamento acustico migliorerà inoltre la qualità del suono.

La sala musica all'interno del living consentirà anche di poter intrattenere i propri ospiti con delle esibizioni musicali accogliendoli in un ambiente confortevole.


sala musica nel living




Living con zona notte indipendente


Un esempio di come gestire spazi multifunzionali con zone indipendenti è rappresentato dalla convivenza tra zona giorno e zona notte, una caratteristica comune nelle abitazioni come loft o monolocali. Qui si ha l'esigenza di arredare gli ambienti creando una separazione tra l'area dedicata alle attività quotidiane e l'area dedicata al riposo notturno in modo da organizzare lo spazio in maniera diversificata. 

Una soluzione efficace per rendere la zona notte indipendente rispetto al living è l'inserimento di elementi divisori. A seconda dei casi si possono utilizzare elementi quali:

  • vetrate;
  • separè mobili;
  • divisori fissi in legno o altri materiali;
  • tendaggi;
  • pareti in muratura o in cartongesso.

Per mantenere la privacy ed allo stesso tempo non perdere la luminosità naturale nella zona notte ricavata all'interno del living si può optare per una soluzione mista, con superfici vetrate alternate a superfici opache. 


living con zona notte indipendente


Per spazi di metrature ridotte conviene, invece, optare per degli spazi ibridi, dove la separazione per zone funzionali è data essenzialmente dall'organizzazione dello spazio, risultando quindi meno netta. La zona notte contenuta nel living per essere resa indipendente può essere differenziata, ad esempio, attraverso l'uso dei materiali, l'inserimento di elementi verticali o la disposizione degli elementi d'arredo in funzione dello spazio.


arredamento multifunzionale living con zona notte



Living: organizzato con una zona gioco


In una casa con bambini allestire la zona gioco nel living è praticamente un obbligo, soprattutto se non si dispone di una cameretta abbastanza grande. In questo caso far convivere le due funzioni può risultare complicato ma con gli elementi d'arredo giusti si può ottenere un buon equilibrio. Per riuscire in questa impresa bisogna selezionare con cura tutto ciò che andrà a costituire la zona gioco, in modo che abbia qualche affinità con l'arredamento del living. Ad esempio si può giocare con tessili e complementi, scegliendo colori e fantasie che si abbinino bene insieme. 


living con zona gioco



Living con area fitness flessibile


Chi pensa che l'area fitness non sia compatibile con il living non ha forse pensato a delle soluzioni flessibili affinché le due funzioni possano convivere nello stesso ambiente. Allenarsi nella comodità della propria casa, senza doversi spostare per andare in palestra può rappresentare un vero e proprio lusso poiché si possono gestire in autonomia orari e modalità. Per un uso occasionale, non è necessario allestire una vera e propria palestra nel living. Sarà sufficiente tenere a portata di mano il necessario per svolgere i propri esercizi fitness. Si può utilizzare a questo scopo un armadio oppure un baule in modo da nascondere alla vista piccoli attrezzi come materassini, pesi, bande elastiche e quant'altro.


palestra nel living


Per realizzare un area fitness flessibile nel living è necessario idearla in modo che si possa allestire con semplicità nel momento in cui si vuole fare la propria sessione di allenamento, per poi riporre il tutto una volta terminata. Attrezzature come tapis roulant, cyclette, stepper o panche per pesi sono piuttosto ingombranti per cui possono risultare invadenti all'interno del living. Tuttavia, se non si vuole rinunciare ad avere in casa tutto l'occorrente per l'esercizio esercizio fisico, si potrà dedicare un angolo del living alla propria palestra personale, senza necessariamente doverla nascondere. In una casa, in un appartamento o in un ampio loft dall'arredamento giovanile un angolo palestra a vista nel living dona carattere e personalità all'ambiente.


arredamento living con area fitness


Hai bisogno di un preventivo per il tuo progetto e i tuoi lavori?
Ricevi 4 preventivi gratuiti
Ricevi 4 preventivi gratuiti e senza impegno
Sei un professionista?
Inserisci la tua attività su Archisio
Registrati gratis
Vai su
Professionisti selezionati:
Cambia filtri
INVIA
Modifica filtri
Annulla