Menu

Lavatrice in casa: funzionale e di tendenza in cucina

Visite ricevute
3941
Immagini dell'articolo
10
Commenti ricevuti
0

Come inserire la lavatrice in una cucina trendy


Il luogo più congeniale per installare una lavatrice in casa, funzionale e di tendenza, è senza alcun dubbio il bagno. Un prima scelta a cui chiunque di noi pensa quando si appresta ad arredare una nuova abitazione e non vi sono soluzioni alternative da attuare. Per molti questa opzione diventa un po' forzata, specialmente se lo stile e il design di questa stanza sono così ricercati da stonare con un elettrodomestico freestanding che poco comunica con il contesto circostante. Se si possiede un secondo bagno è lì che questo apparecchio trova dimora senza interferire troppo con il look dell’area occupata.


Come inserire la lavatrice in una cucina trendy


Per chi ne ha la possibilità, creare invece una laundry casalinga è ottimale per stipare in un locale lavanderia tutti gli accessori utili e pratici per le operazioni di lavaggio e stiraggio. Ma esistono altre opzioni da ponderare se nessuna delle soluzioni precedenti soddisfa i padroni di casa, o per mancanza di spazio o per altre esigenze personali?

Certamente vi sono molteplici varianti sul tema anche se una lavatrice ha dei vincoli imprescindibili dovuti al suo funzionamento.


Lavatrice in casa: funzionale e di tendenza in cucina


Se è vero che una presa di corrente la si può trovare ovunque in casa, un attacco dell’acqua e un impianto di scarico sono più difficile immaginarli alla fine di un corridoio o in una nicchia poco utilizzata di un sottoscala. Un luogo alternativo, dove è realmente fattibile trovare tutto il necessario e che in molti luoghi del mondo è già ampiamente sfruttato per inserire la lavatrice in casa, funzionale e di tendenza, è la cucina.

Un’idea che non sempre trova larghi consensi perché le consuetudini e le pratiche tradizionali molto spesso sono “dure a morire”.

In verità progettare una cucina con questo elettrodomestico annesso risulta semplice come quando si deve decidere dove posizionare la lavastoviglie o il forno, ma con dei criteri precisi che ne stabiliscono le caratteristiche più consone per il servizio che deve compiere.


Lavatrice in casa: pratica e trendy in cucina


Chi non ama l’idea di lavare i panni vicino ai piatti della colazione, non deve temere: il cesto della biancheria sarà sempre riposto in bagno e una volta lavati, i vari indumenti verranno immediatamente trasferiti sullo stendino e transiteranno per poco tempo nella zona cottura. Inoltre, molte ideazioni contemporanee, riescono a far coesistere delle mansioni in un luogo prima considerato un tabù, ma perfette e da attuare per ottimizzare e gestire al meglio gli spazi in casa.


Come inserire la lavatrice in cucina



Lavatrice in cucina: dove posizionarla


La posizione più pratica per una lavatrice in una cucina trendy è di sicuro lo spazio accanto al lavello per avere a portata di mano gli impianti utili e indispensabili per azionare i vari meccanismi che la interessano. Il trio decisamente vincente per una collocazione razionale e coerente, anche se per svariati motivi non è sempre possibile agire verso questa direzione, è:

  • lavastovoglie;
  • lavandino;
  • lavatrice.

A volte ci si trova ad avere questo elettrodomestico sul lato esterno della cucina stessa, collocato nell’isola o in posizione a sé stante magari in una nicchia a muro.


Lavatrice in cucina: dove posizionarla


Tali alternative possono attuarsi in una situazione di ristrutturazione, dove gli scarichi e i tubi per l’acqua, vengono appositamente fatti passare a pavimento per raggiungere qualsiasi posizione si desideri. La versatilità di una lavatrice in cucina, risiede nel fatto che in ogni sua dislocazione, permette in modo semplice e immediato una sua eventuale rimozione e sostituzione, senza interferire o arrecare disguidi ai mobili adiacenti.


Lavatrice in cucina: dove collocarla



Lavatrice in cucina: freestanding a vista


In progetti contemporanei e minimalisti di grande tendenza è sempre più usuale vedere una lavatricie in cucina, freestanding e a vista, che completa in modo elegante e chic una realizzazione di un ambiente di casa molto vissuto e con un accessorio in posizione originale ed eclettica. Gli elettrodomestici di oggi hanno delle linee e un design molto ricercati, con finiture che vanno assolutamente mostrate e non nascoste da ante o escamotage tessili.


Lavatrice in cucina: freestanding a vista


Disposta frontalmente, a L o annessa a blocchi di penisole e isole, una lavatrice in cucina, indipendente e a libera installazione, trova grande funzionalità e praticità, mettendo in mostra tutto il suo potenziale che denota stile e classe in una ubicazione poco consueta, ma spettacolare all’interno di una cucina ricca di fascino.



Lavatrice in cucina: nascosta a incasso


Se nel caso contrario l'arredamento scelto rientra in un contesto lineare, dove tutto viene inglobato e integrato nell’arredo per ottenere un effetto pulito e uniforme, allora anche la lavatrice in cucina, nascosta a incasso in un mobile, sarà perfetta per rientrare a far parte di questa composizione. Tale alternativa, oltre che per motivi di orientamento e stile, può aiutare anche chi non è ancora pronto per contemplare quotidianamente questo elettrodomestico in cucina e di renderlo noto solamente nel momento del suo utilizzo per poi richiuderlo nel suo apposito spazio.


Lavatrice in cucina: nascosta a incasso


Tale espediente può essere utilizzato con entrambe le tipologie di lavatrici in commercio. Più gestibile la versione con oblò e anta rispetto a quella con carica dall’altro e top removibile, ma comunque attuabile e utile per chi preferisce questo secondo modello.



Lavatrice in cucina: esterna e pratica con oblò


Altra opzione per una lavatrice in cucina: esterna e pratica con oblò. In ambienti molto piccoli, magari in appartamenti cittadini datati, dove gli spazi avevano una dislocazione diversa rispetto a quello a cui siamo abituati oggi giorno, è inevitabile ritrovarsi con dei mini angoli cottura da attrezzare con soluzioni ad hoc e su misura dove un elettrodomestico a sé stante viene annesso a libera installazione sotto un top comune, ma che comunque permette di avere libertà di movimento per eventuali cambi o riposizionamenti.


Lavatrice in cucina: esterna e pratica con oblò


Tale valutazione richiede necessariamente un’apertura con carica frontale per ottimizzare l’impiego del piano di lavoro soprastante.



Lavatrice in cucina: slim o regular size


Lavatrice in cucina: slim o regular size? Dopo aver capito e valutato:

  • dove posizionare l'elettrodomestico;
  • verso quali modelli propendere a seconda delle aperture;
  • su come annetterla con l’arredo circostante;
  • se nasconderla o lasciarla a vista;

dobbiamo preoccuparci delle sue dimensioni in base alla metratura a alla disposizione dell’ambiente in cui andrà ad inserirla.


Lavatrice in cucina: slim o regular size


Come accade in un bagno, anche in una cucina vanno gestiti bene i metri per far rientrare una funzione in più, rispetto a quelle abituali. Proposte slim per lavatrici compatte e con cestelli ovviamente più piccoli o regular size con capienze che possono arrivare anche a 9 kg, vanno valutate in fase di progettazione o ristrutturazione, per calcolare al millimetro i vari spazi da riempire con tutte le funzioni che desideriamo far rientrare in una cucina efficiente, bella e di design.


Hai bisogno di un preventivo per il tuo progetto e i tuoi lavori?
Ricevi 4 preventivi gratuiti
Ricevi 4 preventivi gratuiti e senza impegno
Sei un professionista?
Inserisci la tua attività su Archisio
Registrati gratis
Vai su
Professionisti selezionati:
Cambia filtri
INVIA
Modifica filtri
Annulla