Menu

Cucina vintage d’eccezione in un progetto da ispirazione

Visite ricevute
2394
Immagini dell'articolo
9
Commenti ricevuti
0

Elementi di stile e tendenza per un look retrò in cucina


Una cucina vintage non è difficile da ricreare, ma per renderla un elemento d’eccezione e che possa essere considerato un progetto d’ispirazione per altre realizzazioni, deve risultare assolutamente impeccabile sotto ogni punto di vista. Dal rivestimento utilizzato al colore dei mobili, dalla disposizione degli arredi alle scelte materiche impiegate, dalla valutazione degli elettrodomestici agli accessori.

Nell’ideazione che il magazine di Archisio vi propone oggi, ogni singolo particolare rientra in una scala di perfezione assoluta e ciascun oggetto è stato inserito al punto giusto per poter dialogare con accessori e complementi circostanti in maniera davvero esemplare.


Elementi di stile e tendenza per un look retrò in cucina


Abbinamenti eccezionali di materiali nuovi ma dal sapore retrò e porzioni di arredo e optional davvero segnati dal tempo, danno vita ad una cucina conviviale e accogliente, con tutto ciò che necessita una zona cottura tradizionale. Il concetto base è che ogni funzione sia concentrata e ben collocata in un unico ambiente come avveniva e avviene tutt’ora in moltissime abitazioni. Nessuno spazio open space o living accennato, che trovano la loro collocazione in altra e adeguata sede: la cucina è la cucina, ovvero una stanza ospitale e pratica per la preparazione e il consumo quotidiano dei pasti, dove tutto è informale e confidenziale, ma dove il gusto per il bello e il per il design spiccato si notano immediatamente.


Cucina vintage d’eccezione in un progetto da ispirazione



Rivestimenti a scacchi per pavimenti e pareti in cucina


Per ricreare una cucina vintage, dove si possa respirare un’atmosfera completamente retrò, è necessario utilizzare dei rivestimenti ad hoc per raggiungere in modo completo tale scopo. E se molto spesso è possibile recuperare mobili d’epoca e riportarli a nuova vita, inserendo anche elementi originali, ciò non succede con i rivestimenti. Pavimenti e paraschizzi sono sempre di nuovissima fattura e pertanto devono essere scelti alla perfezione per intonarsi sia nelle grandezze, che nei colori, con lo stile che si intende ricreare. In questo progetto non potevano mancare le intramontabili mattonelle in bianco e nero disposte a scacchiera.


Rivestimenti a scacchi per pavimenti e pareti in cucina


Un tocco indispensabile che le cucine anni ’50 possedevano e che vedevano impiegato il medesimo schema, sia a terra che a parete, solamente in un formato leggermente più piccolo. La scelta della posa è stata in questo particolare progetto molto importante e sapientemente gestita. I rivestimenti a scacchi, sono stati qui posati in linea, nessun disegno diagonale, dal momento che negli anni clou di questa tendenza stilistica, era questa la disposizione più utilizzata per essere considerata molto in voga e alla moda.



Tinte neutre e tocchi di colori accesi in una cucina vintage


Se le tinte neutre sono fondamentali e costituiscono la principale colorazione che deve essere presente e fungere da fondale in una cucina vintage, è altrettanto vero che tocchi di colori acceso sono assolutamente contemplati in un progetto dal gusto retrò. Come si vede in questa realizzazione, il bianco fa davvero da padrone su tutto, dalle pareti al soffitto in legno, dai mobili ai serramenti. Tuttavia, pur dominando nell’intero ambiente, il suo tono naturale viene smorzato sia dai rivestimenti presenti, ma soprattutto dall’inserimento di una nuance intensa ma non invasiva: l’azzurro.


Tinte neutre e tocchi di colori accesi in una cucina vintage


Un punto di colore bellissimo che introdotto semplicemente attraverso tre elementi, riesce a caratterizzare e personalizzare tutto l’ambiente cucina. Un bel frigorifero freestanding dalle linee morbide e sinuose trova nella struttura del tavolo e nell’illuminazione principale, i perfetti alleati che mettono in assoluto rilievo questa gradazione di blu. Il punto di contatto tra questi oggetti e il bianco circostante è la minima ma utilissima scanalatura dei mobili ritinteggiata nella medesima tonalità.


Tinte neutre e tocchi di colori in una cucina vintage


Discreta ma incisiva, riesce nel suo piccolo a dare in realtà un grande aiuto per calibrare e gestire al meglio tutto il progetto, dal punto di vista estetico, della tavolozza prescelta per la sua concretizzazione.



Arredo eclettico in una cucina vintage con commistione di materiali 


Arredo eclettico con commistione di materiali, ecco che cosa rende ulteriormente preziosa questa cucina vintage da manuale. Banconi con ante e cassetti e credenze con vetrinette, sono i mobili principali che compongono questa progettazione così particolare e rigorosamente in legno. Mensole a vista e ripiani a giorno nel sottoscala concludono la serie dei complementi presenti. La dispensa, ricavata in una nicchia accanto ai fornelli è nascosta da una tenda a tessuto, come veniva fatto un tempo e il tavolo con relative sedute, ultimano il progetto in maniera versatile ed estrosa, grazie alle sedie pieghevoli in legno e metallo.


Arredo eclettico in cucina vintage con commistione di materiali



Elettrodomestici freestanding dal gusto retrò in una cucina vintage


Per chi pensa che gli elettrodomestici freestanding siano una novità tecnologica all’avanguardia, non ha mai penato che in realtà nelle cucine del passato, questi elementi erano già quotidianamente inseriti e utilizzati. Frigorifero e fornelli erano degli oggetti a sé stanti rispetto al resto degli arredi e collocati in punti sempre diversi a seconda dello spazio disponibile. Nel nostro progetto di oggi il concetto seguito è proprio questo. Nessun piano cottura integrato o a induzione, ma un possente e funzionale gas a libera installazione con forno integrato per ricreare in modo ottimale una cucina vintage a tutti gli effetti.


Elettrodomestici freestanding dal gusto retrò in cucina vintage


Pur essendo dotato di ogni evoluzione a livello di regolazione fuochi, temperatura, ventilazione, grill e quant’altro, il design esterno richiama immediatamente le tipiche linee di un tempo, inserendolo perfettamente nell’intero contesto dallo stile retrò. Anche il frigorifero segue la stessa ideologia e ancor di più come accadeva un tempo, è stato collocato in una sede non così convenzionale e pratica, molto distante da lavello e zona cottura, ma l’unica disponibile.

Nulla di così sconvolgente e che è stato accettato dai padroni di casa in modo positivo, per rispettare i canoni che hanno decretato questa cucina vintage d’eccezione, un vero e proprio progetto da ispirazione.


Elettrodomestici freestanding dal gusto vintage in una cucina retrò



Illuminazione in metallo: una forma tipica vintage per la cucina


Se già il colore riporta alla mente la cucina tanto amata di “happy days”, il connubio di una forma tipica vintage e il materiale metallico utilizzato, rendono perfetta la linea stilistica retrò, scelta per un’illuminazione unica e originale. Geometrie semplici con paralume tipico e icona dell’epoca vengono qui montate in duplice copia, essendo l’unica fonte di luce artificiale diretta sul tavolo da pranzo.


Illuminazione in metallo: una forma tipica vintage per le cucine


Per rimanere fedeli al tema, non sono presenti faretti o le tanto utilizzate luci a led, ma esclusivamente due applique in stoffa e con soffietto al di sopra del lavello. Discreti, sobri ma infinitamente confortevoli.

Hai bisogno di un preventivo per il tuo progetto e i tuoi lavori?
Ricevi 4 preventivi gratuiti
Ricevi 4 preventivi gratuiti e senza impegno
Sei un professionista?
Inserisci la tua attività su Archisio
Registrati gratis
Vai su
Professionisti selezionati:
Cambia filtri
INVIA
Modifica filtri
Annulla