Menu

Come progettare il bagno di casa

Visite ricevute
131
Immagini dell'articolo
10
Commenti ricevuti
0

Progetto bagno: 5 elementi fondamentali da non trascurare


Un progetto bagno richiede una serie di valutazioni che prendano in considerazione tutte le componenti essenziali, che devono essere presenti in questo ambiente di servizio.

Quando si inizia a vagliare qualche ideazione e proposta, ci si deve interrogare sulla funzionalità che questo spazio deve avere e su quali siano le reali esigenze dei padroni di casa.

Oltre a ciò è necessario capire quale stile si intende seguire, per creare un’ambientazione spettacolare a livello estetico, che lasci chiunque a bocca aperta.


Progetto bagno: 5 elementi fondamentali da non trascurare


Insomma, come progettare il bagno di casa per renderlo accogliente, confortevole, funzionale e connotato da uno spiccato design?

5 sono gli elementi fondamentali da non trascurare e che nel dettaglio riguardano:

  • la dimensione, la posa e il colore delle piastrelle;
  • la scelta e la disposizione dei sanitari;
  • la collocazione dei termoarredi e delle scalda - salviette;
  • la selezione di arredi funzionali e di design;
  • la posa di un’illuminazione ottimale.


Progettare il bagno di casa



Progetto bagno: dimensione, posa e colore delle piastrelle


Scegliere la dimensione, la posa e il colore delle piastrelle in un progetto bagno, non è cosa da poco. Solitamente l’ambiente in oggetto non ha delle misure XL e capire quale tipologia di pavimento meglio si adatti è molto spesso una grande sfida.

Non vi sono regole tecniche che impongano delle restrizioni e ogni ideazione deve essere valutata di volta in volta.

Un consiglio che possiamo dare è quello di partire dallo stile che vorreste far emergere nel vostro bagno.

Con un industrial style potrete invece cimentarvi con formati decisamente grandi, dove le fughe sono impercettibili con posa a correre e colorazione cementizia o con listelli lunghi a mò di parquet a scaletta semplice o doppia, in un colore scuro dall’effetto rustic chic.


Come progettare il bagno di casa


Una decisione contemporanea, vi farà propendere per una mattonella di media grandezza, con una posa lineare e con un colore che può variare dal grigio, al tortora, al corten. Per una realizzazione retrò, sarebbe indicato utilizzare piastrelline in formato mini o cementine esagonali dai colori vintage.


Progettare il bagno di casa


Queste sono solamente alcune delle infinite possibilità da considerare, che sarebbe bene visionare con un architetto o designer di interni. Poi, una volta presa la decisione per il pavimento, sarà più semplice capire come si intenderà gestire la questione parete.

Le alternative sono due: coordinarle alla pavimentazione e seguire l’andamento stilistico, per mantenere un perfetto equilibrio o lavorare a contrasto per dar vita a suggestive e personalizzate progettazioni.



Progetto bagno: scelta e disposizione dei sanitari


Il primo fattore da non trascurare quando si inizia a pensare ad un progetto per il bagno di casa, riguarda la scelta e la disposizione dei sanitari al suo interno. I modelli rientrano ormai nelle due versioni a filo muro o sospesi e le forme più o meno arrotondate segnano la tendenza del momento con silhouette tradizionali curvilinee o più attuali con andamenti lineari e squadrati. Detto ciò la cosa decisamente importante è la posizione dei sanitari stessi che devono passare in secondo piano quando si guarda un bagno funzionale, ma di design. Nasconderli con muretti, complementi d’arredo, docce o lavandini attrezzati è un ottimo approccio, perché se è vero che tali componenti non possono mancare in un ambiente di servizio, è altrettanto vero che non devono mai essere i protagonisti della scena.


Come progettare il bagno: sanitari


Questa è un’indicazione da tenere sempre a mente quando ci si chiede come progettare il bagno di casa e si cerca di pensare ad una soluzione utile, personalizzata e di tendenza.



Progetto bagno: collocazione termoarredi e scalda – salviette


Altro elemento fondamentale da non trascurare quando si progetta un bagno, è la collocazione dei termoarredi e scalda – salviette. Queste fonti di calore sono diventate ormai delle vere e proprie opere d’arte, che con le loro forme e finiture, diventano un importante oggetto decorativo di design oltreché funzionale.

Importantissimo è decidere il punto in cui andranno installati nell’ambiente bagno, per ottimizzare la diffusione del calore in modo omogeneo e uniforme.


Come progettare il bagno: termoarredi


Solitamente vengono posizionati nella parte opposta rispetto a finestre o porte – finestre, in modo da non disperdere verso l’esterno il calore erogato.

Perfetti accanto a docce, nel formato verticale slim, dove poter appendere asciugamani e accappatoi o in orizzontale a mò di quadro sopra le vasche da bagno.

Più di rado vengono montati accanto ai lavabi, ma se per necessità si dovesse optare per questa ipotesi, è assolutamente fattibile effettuarla.


Come progettare il bagno: scaldasalviette



Progetto bagno: arredi funzionali e di design


Ovviamente, all’interno di un progetto bagno di stile e tendenza, devono essere presenti degli arredi funzionali e di design. I mobili contenitore non sono mai troppi in una casa e tanto meno devono essere contenuti in un ambiente di servizio dove si devono riporre biancheria, prodotti per il corpo, scarpe e così via.

Scegliere quindi dei complementi capienti e pratici è il primo fattore da considerare, dove ante cassetti e ripiani aiutano a mantenere ordine e rigore.


Come progettare il bagno: arredi


Ma come in ogni progettazione che si rispetti, anche l’occhio vuole la sua parte e l’estetica deve assumere un ruolo da protagonista, per far sì che un bagno risulti accogliente, distintivo e chic.

Come per le piastrelle, anche in questo frangente si parte indubbiamente dallo stile che si intende seguire. Mobili lineari e minimalisti per un modern style che si rispetti, curvilinei e decapati per un perfetto trend shabby, in fibra naturale ed eco per un effetto jungalow da copertina. Discostarsi da ciò che le mattonelle su pavimenti e pareti richiedono dai mobili circostanti non è mai troppo consigliato.


Come progettare il bagno con arredi di design


L’imprinting va solitamente seguito perché creare un bagno eclettico, degno di questo nome, non è cosa semplice e per una realizzazione di successo, il connubio tra i tanti differenti elementi, va studiato a tavolino nei minimi dettagli.



Progetto bagno: illuminazione ottimale


E come inserire un’illuminazione ottimale in un progetto bagno?

Valutare le dimensioni dell’ambiente e i punti luce naturali è la prima cosa da fare. In base ai tamponamenti trasparenti e all’ingresso dei raggi del sole durante la giornata, potremmo capire quali siano le aree che eventualmente rimangono in ombra e che necessitano di applique, lampade a sospensione, led nel controsoffitto o faretti a vista.

Non sempre un’unica luce a centro volta risulta essere la soluzione migliore, così come una diffusa e a sé stante su più pareti, non offre il comfort richiesto in questa stanza di casa, figuriamoci avere solamente delle sorgenti sulle specchiere.


Come progettare il bagno: illuminazione


Il consiglio è quello di inserire almeno due tipologie luminose, che aiutano a fornire la quantità giusta di lucentezza e chiarore necessari per espletare le mansioni in un bagno (luci principali) e al contempo di creare un clima rilassante e soffuso con luci d’atmosfera (secondarie).

Hai bisogno di un preventivo per il tuo progetto e i tuoi lavori?
Ricevi 4 preventivi gratuiti
Ricevi 4 preventivi gratuiti e senza impegno
Sei un professionista?
Inserisci la tua attività su Archisio
Registrati gratis
Vai su
Professionisti selezionati:
Cambia filtri
INVIA
Modifica filtri
Annulla