MENU

Roberto Bardelli

L’equilibrio degli elementi dell’arredamento locali trasmette al cliente un’immagine ben definita e immediata - Cremona (CR)

3
34
Archisio - Roberto Bardelli - Progetto Lequilibrio degli elementi dellarredamento locali trasmette al cliente unimmagine ben definita e immediata
Cos’è l’anima di un locale? Un insieme di tanti aspetti, i servizi offerti, il personale che ci lavora e il rapporto che instaura con il cliente, la clientela stessa. Non è una cosa da sottovalutare, anzi è la base sulla quale costruire un locale di successo. L’anima è la percezione che la clientela che ha del luogo ed è data soprattutto dall’atmosfera che si vive all’interno di esso, trasmessa dall’arredamento dei locali – anche solo la posizione del mobile bar e del bancone bar o la disposizione spaziale dei tavoli e delle sedie possono fare la differenza – dall’acustica spesso sottovalutata, dai colori, dall’illuminazione e dall’approccio e dalla disponibilità verso il pubblico. Quando lavoro alla realizzazione di un locale mi pongo come obiettivo finale proprio quello di creare un luogo speciale per il cliente che deve rimanere piacevolmente colpito e uscire con un bel ricordo, talmente bello da farlo tornare. Nell’assemblaggio di tutti gli elementi non sono indispensabili materiali preziosi, ma quelli selezionati con fantasia dal progettista e dal gestore, magari anche con un pizzico di azzardo… che non guasta mai! La versatilità degli arredamenti in legno, per diversi aspetti tra cui la vasta gamma di forme e cromie, è sicuramente una scelta azzeccata. Ogni singolo dettaglio deve essere ben curato, progettato al meglio e sempre in linea e in armonia con il progetto prefissato all’origine. Ogni arredamento bar, arredamento ristorante o arredamento pub o discoteche deve avere quindi un’anima perché il cliente si affezioni e voglia ripetere quell’esperienza. Perché l’anima di un locale sia ben definita e di impatto immediato sul cliente è fondamentale che l’unione di tutti gli elementi sia ben equilibrata. Come ho fatto nei vari esempi di arredamento a cremona, ha dato vita a diversi locali che a distanza di anni non sono solo frequentati, ma sono affermati e identificati anche grazie alla loro anima: ristoranti liberty e osteria degli archi, alla disco club nec-ente, ai bar paola e in tisaneria e alla tramezzeria xxv aprile.

Progetto di interni di locale commerciale - Cremona (CR)

1
25
Archisio - Roberto Bardelli - Progetto Progetto di interni di locale commerciale
Progetto di interni di locale commerciale

Dalla formazione alla propria azienda per l'arredamento bar e locali. - Cremona (CR)

1
18
Archisio - Roberto Bardelli - Progetto Dalla formazione alla propria azienda per larredamento bar e locali
Dopo aver frequentato la scuola di arredamento ho scelto di buttarmi subito nel mondo del lavoro. La mia formazione è cominciata presso un artigiano ebanista che mi ha trasmesso una profonda conoscenza del legno e mi ha insegnato a riconoscerne il grande valore e bellezza Come sono diventato progettista di arredamento bar e locali Dopo aver frequentato la scuola di arredamento ho scelto di buttarmi subito nel mondo del lavoro. La mia formazione è cominciata presso un artigiano ebanista che mi ha trasmesso una profonda conoscenza del legno e mi ha insegnato a riconoscerne il grande valore e bellezza. Così ho portato avanti questa passione fino a specializzarmi proprio in arredamenti in legno, dalla lavorazione del materiale al suo utilizzo finale. A 19 anni ho aperto con mio fratello una ditta di lucidatura e finitura di mobili, e successivamente sono stato assunto da luigi marchi, un piccolo artigiano con cui ho avuto il piacere di condividere la sua crescita professionale e aziendale, fino a fare della sua ditta di cucine una tra le migliori in italia (www.marchicucine.it). Oggi posso essere contento della mia formazione nel settore della realizzazione di mobili su misura perché è una competenza che mi è molto utile nel campo dell’arredamento locali: è importante in questo lavoro avere competenza e occhio sulle potenzialità, forma e dimensioni dei vari elementi di arredamento bar, dalle più piccole come il tavolo bar alle più grandi come il mobile bar e il bancone bar. Sempre con luigi marchi ho aperto una ditta di produzione di mobili classici In questo periodo ho progettato e seguito la realizzazione del mio primo locale a cremona, in tisaneria, di cui ero già proprietario insieme a mia sorella. Poi c’è stato chocolat cafè, sempre a cremona, che oltre ad averlo realizzato, ho gestito in prima persona per due anni, imparando quindi anche la logistica di funzionamento del bar. Dal 2004 ho deciso di dedicarmi esclusivamente alla realizzazione di locali che ad oggi sono 40: oltre che in arredamento bar e arredamento locali, diurni, serali e notturni, mi sono specializzato anche nell’arredamento ristoranti, arredamento pub e discoteche. Il mio lavoro comprende il progetto, la realizzazione completa del locale e consulenza tecnica e normativa. Lavoro sia in italia che all’estero e tra le mie migliori credenziali ci sono gli esempi di realizzazione e arredamento a cremona nel ristorante liberty, all’osteria degli archi, nei bar paola e big brothers, in tramezzeria xxv aprile, al nec-ente discoclub, e nella birreria house of beer. All’estero in particolare ho dato vita al disco club tipic di formentera, a le vele di ibiza e all’i’m coffee di new york.

Progetto di interni di locale commerciale - Cremona (CR)

2
19
Archisio - Roberto Bardelli - Progetto Progetto di interni di locale commerciale
Progetto di interni di locale commerciale

Tavoli, banconi e mobili bar, il legno non passa mai di moda - Cremona (CR)

1
24
Archisio - Roberto Bardelli - Progetto Tavoli banconi e mobili bar il legno non passa mai di moda
Il legno è il materiale più nobile e versatile. Mi sono appassionato a questo materiale fin dal suo primo impiego presso un artigiano ebanista, che ho affiancato una volta conclusi gli studi in arredamento. Ora ritengo di averne raggiunto una profonda conoscenza: dalla lavorazione alla manipolazione, fino al suo impiego finale. Si dice che il legno sia il materiale per eccellenza nel campo dell’arredamento ed è proprio così: può essere utilizzato sia per le strutture base grazie alle sue grandi qualità intrinseche di resistenza, robustezza e duttilità, sia per il suo aspetto estetico dato che offre un’infinita gamma di cromie e venature, nonché per il senso di calore e naturalezza che riesce a donare. Ideale per interni ed esterni, è un materiale estremamente versatile: a seconda del tipo di albero dal quale proviene, dalla sua vecchiaia e della lavorazione che subisce, colori e finiture sono sempre esclusivi e regalano un prodotto finale lavorato che non è mai uguale ad un altro, un prodotto unico nel suo genere. Il legno è un materiale che crea un aspetto esclusivo e una sensazione piacevole al contatto, può essere plasmato su misura secondo le esigenze offrendo il massimo della personalizzazione. Si presta perfettamente per la realizzazione di forniture per l’arredamento locali; può essere utilizzato per cucine, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, armadi, letti, pavimenti, porte, infissi e quant’altro. Soprattutto è l’ideale per l’arredamento bar, l’arredamento pub e l’arredamento ristoranti, le forniture più importanti all’interno di un locale. Il tavolo bar, il mobile bar e il bancone bar per esempio sono le prime cose che un cliente nota visivamente prima delle altre. Che sia di alta qualità o meno, più o meno rifinito, verniciato o grezzo, con delle illuminazioni studiate può assumere delle nuance davvero uniche. Ho imparato nel corso degli anni a usare nei locali anche altri materiali, ma il legno rimane sempre il mio preferito, mi piace soprattutto vissuto e con le sue imperfezioni.

Progetto e arredo locali (bar,ristoranti e discoteche) - Cremona (CR)

1
29
Archisio - Roberto Bardelli - Progetto Progetto e arredo locali barristoranti e discoteche
Progetto e arredo locali, con rendering e videoprogetto, oltre alla progettazione tecnica
Tag: arredo bar progettazione bar arredo locali progetto locali bar ibiza bar bar formentera

Assecondare i gusti della clientela è un buon inizio - Cremona (CR)

1
25
Archisio - Roberto Bardelli - Progetto Assecondare i gusti della clientela un buon inizio
L’arredamento bar di un locale è parte dell’anima del luogo, è ciò che salta immediatamente all’occhio del cliente e contribuisce a formare l’atmosfera complessiva. Quindi la scelta delle forniture - con bancone bar, mobile bar e tavolo bar in primis - è proprio da azzeccare. Bisogna prendere in considerazione tanti fattori e partire alla ricerca di qualcosa di già pronto per l’uso non è semplicissimo, mentre gli arredamenti in legno costruiti appositamente sono ovviamente più consigliabili perché, oltre ad essere oggettivamente molto belli, sono plasmabili a seconda delle proprie necessità e misure, senza passare mai di moda. Tuttavia ci sono 5 criteri, O consigli, per scegliere il proprio arredamento locali e pub che sia vincente e di successo: Non considerare i gusti personali, ma scegliere l’arredamento pensando anche al target, e di conseguenza ai gusti, dei clienti esistenti o dei clienti a cui ci si vuole rivolgere. In questo modo “si parla la stessa lingua” ed è sempre un vantaggio. Essere creativi e azzardare. Le soluzioni originali sono apprezzate da tutti i target di clientela. Assecondare il contesto. Secondo una delle regole da considerare nel marketing, quando un nuovo cliente entra in un locale per la prima volta, si crea un giudizio immediato con la prima immagine che vede al suo interno. Quindi un buon consiglio è rendere accattivanti e d’impatto gli elementi che si vedono all’entrata per rendere positiva la prima visione del proprio locale. Fare di un difetto, un valore aggiunto. Se il budget non ha permesso di sostituire alcuni elementi preesistenti all’interno del locale che risultano vincolanti (pavimenti, finestre, vetrine, soffitti, ecc.) è meglio tenerli in considerazione piuttosto che nasconderli. Considerare con attenzione le esigenze lavorative del personale affinché sia messo in condizioni di lavorare al meglio, per servire al meglio il cliente. Quindi valutare spazi fisici vitali per baristi e camerieri e per le attrezzatture, che devono essere al posto giusto ma soprattutto alle distanze giuste. Ad esempio, se possibile il barman non dovrebbe girare le spalle al cliente, il lavello dovrebbe essere vicino alla lavabicchieri e dev’esserci spazio per bottiglie e stoviglie varie.

L’obiettivo finale è un lavoro ben fatto. - Cremona (CR)

1
29
Archisio - Roberto Bardelli - Progetto Lobiettivo finale un lavoro ben fatto
Dopo la fase progettuale e decisionale, quella che definirei teorica, si passa alla fase pratica e operativa. Quest’ultima è una fase che il progettista deve programmare con la maggiore attenzione possibile e valutarne ogni singolo aspetto: esigenze, tempistiche, eventuali problematiche. E’ fondamentale per la buona riuscita del progetto un’estrema precisione nella coordinazione, perché a lavorare alla costruzione del locale saranno in tanti, e tutti con incarichi diversi, ma dipendenti l’uno dall’altro. Una squadra che lavori alla costruzione di un locale deve essere coordinata perché tutti collaborino tra di loro e procedano nella stessa direzione e verso lo stesso obiettivo: un lavoro ben fatto. Questo porterà anche a rispettare le tempistiche prefissate con il gestore. Tecnicamente è un lavoro complesso, con l’esperienza che mi sono fatto nell’arredamento locali di oltre 40 realtà, in italia e all’estero, tra arredamento pub, arredamento ristorante e discoteche, ho imparato che la buona gestione e la coordinazione di una squadra di operai tecnici è davvero importante. Ci sono regole obbligatorie, molti accessori alcuni dei quali sono collegati tra di loro, impianti idraulici differenti da quelli domestici, impianti elettrici complessi. Proprio per questo motivo, spesso nascono piccoli problemi da risolvere sul momento e fare in modo che non interrompano la continuità dei lavori. Il progettista deve coordinare tutte le figure tecniche: elettricisti, idraulici, muratori, imbianchini, frigoristi, e tutti gli altri. Deve saper gestire l’imprevisto e assicurarsi che tutti stiano lavorando nel migliore dei modi. E’ importante osservare passo dopo passo i risultati raggiunti a fine giornata, non avere fretta e avere sotto controllo la situazione e il procedere dei lavori di ciascuno. La buona comunicazione tra progettista e tecnici della squadra operativa porta ad avere un riscontro oggettivo sul procedere dei lavori e soprattutto permette di risolvere tempestivamente problematiche improvvise o, perché no, di apportare dei miglioramenti al progetto iniziale.

Il progettista di arredamento bar competente e informato vi aiuterà ad avere successo. - Cremona (CR)

1
27
Archisio - Roberto Bardelli - Progetto Il progettista di arredamento bar competente e informato vi aiuter ad avere successo
Vi sono pochi passaggi ma fondamentali per aprire un bar che abbia successo e soprattutto non pecchi nella mancanza dei documenti necessari. Punto di partenza è che il progettista a cui si vuole affidare la realizzazione del proprio sogno offra una consulenza e un’assistenza precisa e aggiornata sulle tecniche e sulle normative. In linea di massima sono 4 le regole pratiche da seguire per non sbagliare. Per iniziare un’avventura di questo genere innanzitutto non bisogna sottovalutare il lavoro nel suo complesso perché basta un piccolo errore per trovarsi senza più budget a causa di spese non previste, un ritardo nei lavori, un permesso che non arriva o qualsiasi altra situazione non preventivata. Per quanto importante, non basta fare il punto sugli arredamenti in legno, fantasticando su quale bancone bar, mobile bar o tavoli bar acquistare. Sono prima necessari i seguenti passaggi, possibilmente in questo ordine: Preparare un business plan in linea con il proprio budget, cioè prevedere con oggettività tutti i costi necessari –affitto, personale, arredamento locali, tasse, ipotesi di guadagni e ricavi – che serviranno certamente alla banca, ma soprattutto a voi. Cercare con cura, e un pizzico di astuzia, il locale adatto. Una volta individuato, prima di sceglierlo è utile – anzi, fondamentale – farsi preventivare tutto ciò che potrà servire, dall’arredamento bar agli impianti, agli accessori e quant’altro; questo eviterà fastidiosi problemi successivamente e confluirà nel business plan sopracitato. Procurarsi i documenti necessari: licenza rilasciata dal comune, abilitazione alla somministrazione di alimenti data dal titolo di studio o dal corso sab, permessi edilizi in previsione di ristrutturazioni. Solo alla fine di tutto questo si potrà arrivare a studiare l’arredamento più adatto al tipo di locale e alla clientela prospettata. Chiedi ad un esperto Essendomi fatto una certa esperienza nell’arredamento a cremona, consiglio sempre una piccola indagine di mercato della zona e un’analisi della concorrenza, ricerche sicuramente utili per non rischiare di sbagliare l’arredamento ristorante, l’arredamento bar o l’arredamento discoteca e pub poco prima del lancio del proprio locale.

L’arredamento dei locali non deve piacere al gestore ma emozionare il cliente! - Cremona (CR)

1
31
Archisio - Roberto Bardelli - Progetto Larredamento dei locali non deve piacere al gestore ma emozionare il cliente
Il legno è talmente versatile che può soddisfare ogni gusto. Da anni per la realizzazione di locali, prediligo questo materiale rispetto a tutti gli altri e ne ho riscontrato un bel successo sotto diversi aspetti. L’arredamento dei locali deve assolutamente essere originale e di buon gusto, è l’immagine che il cliente si fa del luogo perciò deve farlo sentire a suo agio e colpirlo positivamente, ma soprattutto farlo tornare. L’arredamento locali è quindi un biglietto da visita e come tale deve emozionare, proprio come insegna il detto diffuso nel mondo della mescita – “l’arredamento è la metà di un bar, l’altra metà è il gestore”. Che si tratti quindi di un arredamento bar, un arredamento ristorante o un arredamento di pub, è importantissimo che gestore e progettista lavorino assieme, sia sulle forniture di maggiore impatto visivo iniziale – quindi tavolo bar, mobile bar e bancone bar – sia sui dettagli in secondo piano, dalle sedie, agli infissi, alle porte, ai suppellettili, con estrema cura e attenzione; ogni tipo di legno trasmette infatti diverse sensazioni al tatto e alla vista creando un’atmosfera unica nel locale, per questo occorre studiare diverse collocazioni fino a trovare quella giusta. Inoltre dovranno collaborare anche sui particolari che a prima vista sembrano minori, ma che in realtà sono molto importanti per studiare il tipo di clientela alla quale vorranno rivolgersi: per esempio, un legno dai colori caldi si presta senza dubbio per le caffetterie, uno dalla lavorazione più originale, moderna e colorata è indicato per un target giovane e dinamico, e ancora, un legno raffinato è perfetto per un pubblico femminile. Un ristorante, un bar o un pub che si presenti con un bell’arredo bar in legno personalizzato, originale e ben rifinito che faccia risaltare l’anima del locale, è un valore aggiunto alla sensazione trasmessa al cliente. Un locale ben arredato e con un gestore carismatico alla sua direzione farà sicuramente scintille!

Progetti - Cremona (CR)

11
26
Archisio - Roberto Bardelli - Progetto Progetti
Progetti

Arredi & negozi - Cremona (CR)

7
31
Archisio - Roberto Bardelli - Progetto Arredi negozi
Arredi & negozi che ho realizzato

Ogni locale deve differenziarsi dagli altri in tutto, a partire dall’arredamento bar - Cremona (CR)

1
26
Archisio - Roberto Bardelli - Progetto Ogni locale deve differenziarsi dagli altri in tutto a partire dallarredamento bar
Nessuno ama essere copiato, figuriamoci nell’arredamento del locale. Ogni ambiente ha un’anima che lo contraddistingue soprattutto in questo contesto, dal bancone ai tavoli. Quando un mio nuovo cliente dice di aver visto un locale e di volerlo uguale, cerco sempre un’alternativa da proporgli, soprattutto perchè in gioco c’è l’immagine del suo locale. Avendo maturato un po’ di esperienza di arredamento locali a cremona, una realtà di medie dimensioni, posso garantire che i locali sono storici e i gestori si conoscono tutti. Ogni arredamento bar deve essere “cucito su misura” per il gestore e per i clienti, deve differenziarsi al massimo in ogni dettaglio estetico: dai mobili alle pareti, soprattutto in quegli elementi che risaltano maggiormente al primo sguardo, come il mobile e i tavoli del bar. Il progettista e il gestore devono lavorare insieme e valutare anche i minimi particolari, porre molta attenzione, cura e ricerca in questa direzione. Affidarsi ai cataloghi delle ditte di arredo bar rischia di non essere una buona scelta in quanto ad originalità: poca scelta e materiale di arredo valido solo per un bar che troverebbe spazio in solo in un centro commerciale o dal distributore di benzina. Scegliere la strada degli arredamenti in legno, ancor meglio se creati artigianalmente e su misura, è una delle direzioni più sicure: questo materiale offre la preziosa possibilità di essere plasmato a piacimento nella forma e con una tale gamma di essenze, colori e venature, che danno ampio spazio all’originalità. La scelta del legno è anche garanzia di robustezza e di impatto sul cliente. Quello che bisogna progettare per l’anima del proprio locale, che può essere un arredamento di discoteca o pub, o arredamento ristorante, deve essere sempre unico e originale! Deve differenziarsi dagli altri, deve essere ricordato per la sua unicità, deve far sì che i clienti ne parlino e con il passaparola ne incuriosiscano altri.

Bar, ristorante e discoteche - Cremona (CR)

79
23
Archisio - Roberto Bardelli - Progetto Bar ristorante e discoteche
Altri lavori svolti
Professionisti selezionati:
Cambia filtri
INVIA
Modifica filtri
Annulla
Chiedi un preventivo gratuito a Roberto Bardelli