MENU
Ricevi 4 preventivi gratuiti
Ricevi 4 preventivi gratuiti e senza impegno

Magazine

Come progettare e realizzare un secondo bagno

4918
6
0

Realizzare un secondo bagno: cosa dobbiamo sapere


Avere la possibilità di realizzare un secondo bagno nel nostro immobile può essere un grande aiuto nella gestione della vita domestica, un'esigenza che, specie in famiglie numerose, diventa fondamentale.


Se nel nostro immobile abbiamo a disposizione spazio sufficiente, possiamo pensare di progettare un secondo bagno con una certa semplicità, mentre invece se combattiamo con dimensioni ridotte o scelte obbligate sarà necessaria una progettazione più impegnativa.


Per realizzare un secondo bagno dobbiamo partire da un'analisi accurata delle disposizione degli impianti: infatti i sanitari hanno bisogno necessariamente di essere allacciati a un impianto di scarico e carico dell'acque e una soluzione pratica ed efficiente è quella di sfruttare gli impianti già presenti nel nostro immobile.


Dario Poles - Designer di interni - Pordenone (PN)


Progettare e realizzare un secondo bagno significa aggiungere un locale in più alla nostra casa e quindi presuppone una diversa distribuzione degli ambienti e una modifica della planimetria catastale, di conseguenza sarà necessario presentare una pratica per procedere con i lavori nel rispetto del Regolamento Edilizio e di Igiene del nostro comune di residenza.


La cosa migliore da fare è procedere secondo determinati step:


  • Affidarsi a un tecnico che segua tutta la fase di verifica di attuabilità del progetto del secondo bagno (realizzato in base alle nostre possibilità economiche e alla distribuzione degli ambienti della nostra casa), che ci prepari tutto il necessario per le pratiche edilizie e segua il procedere dei lavori di realizzazione.


  • In secondo luogo sarà molto importante affidarci a un'unica impresa per svolgere tutti i lavori di realizzazione vera a propria, sia i lavori in muratura, che quelli dell'impianto idraulico ed elettrico.


Reperire professionisti validi nel settore dell'edilizia può non essere facile. A volte trovare la soluzione ideale per la realizzazione di un secondo bagno necessità dello studio di ipotesi di intervento.


In molti casi può risultare importante avere più idee e soluzioni da valutare e a tal proposito può servire considerare più progetti: su Archisio è possibile raggiungere in maniera veloce ed efficiente un alto numero di tecnici e professionisti, scegliendo quello più adatto alle nostre esigenze in base a competenze e lavori svolti.


Con i progetti realizzati potrai, poi, richiedere preventivi a più imprese specializzate, visionando i profili che offrono tutti i servizi necessari ai lavori edili, contattandone fino a un massimo di quattro contemporaneamente per richiedere un preventivo gratuito.


Edilshop SRL - Pavimenti e rivestimenti - Roma (RM)


IL SECONDO BAGNO: QUANTO COSTA E DOVE REALIZZARLO


Definire i costi di realizzazione di un secondo bagno è piuttosto difficile perché la casistica è vasta e i costi variano molto a seconda delle dimensioni di cui ci dobbiamo occupare, dell'intervento murario da realizzare e dal tipo di impatto impiantistico che servirà per il nuovo bagno.


Sebbene ci siano molte variabili da tenere in considerazione, in una condizione di normalità (ovvero di un intervento non molto invasivo), i costi per la realizzazione di un secondo bagno possono oscillare tra i 10.000 e i 15.000 euro + iva, comprensivi di materiali di media qualità: a questi costi vanno aggiunti, poi, quelli per le pratiche tecniche comunali, catastali e di direzione lavori, che possono oscillare intorno i 3.000 euro + iva e oneri di legge.


Il punto principale, in fase di progettazione di un secondo bagno, è verificare la distanza dalla colonna di scarico delle acque nere dell'abitazione: in linea di massima più il bagno sarà realizzato vicino alla colonna di scarico più facile risulterá allacciare i sanitari, perchè non sarà necessario installare un trituratore e far passare lo scarico nel pavimento fino alla colonna di scarico (cosa che ovviamente aumenta il costo dei lavori).


Edilshop SRL - Pavimenti e rivestimenti - Roma (RM)


Se ci troviamo nella situazione di dover progettare un bagno cieco, dovremo installare obbligatoriamente un sistema di ventilazione forzata (ne abbiano parlato qui).


Possiamo trovarci a realizzare il secondo bagno in svariati punti della casa, scegliendo sempre a seconda della convenienza, delle nostre necessità o ovviamente dell'ubicazione degli impianti necessari al funzionamento dei sanitari.


La possibilità più semplice sarebbe quella di dividere in due un bagno particolarmente ampio, sfruttando così gli stessi impianti di carico e scarico e gli stessi allacci.


Dario Poles - Designer di interni - Pordenone (PN)


Se vogliamo realizzare il secondo bagno in una zona della casa lontana dagli allacci, allora l'intera lavorazione sarà più impegnativa in termini di costi e tempo impiegato: servirà smantellare la pavimentazione (eventualmente anche parte del muro) e allacciare all'impianto già esistente i sanitari del secondo bagno.


Dario Poles - Designer di interni - Pordenone (PN)


Dovremo considerare, perciò, compresi nella realizzazione del bagno anche gli oneri di ricostruzione delle parti dell'immobile che abbiamo dovuto smantellare durante il processo di lavorazione, i materiali impiegati e la nuova pavimentazione anche di altre parti della casa.


In alternativa, può essere utile scegliere di posizionare il secondo bagno accanto alla cucina, sfruttando così gli impianti di adduzione dell’acqua della cucina purché si riesca a raggiungere lo scarico delle acque nere del bagno esistenti senza difficoltà.


In tal caso bisognerà tenere in considerazione che l’ambiente contenente il w.c., secondo quanto previsto dalle prescrizioni nazionali, non può essere in diretta comunicazione con la cucina o il soggiorno ma deve essere disimpegnato con un ambiente antibagno o corridoio, il secondo bagno può invece affacciarsi direttamente nelle camere da letto.


Infine è utile sapere che, ai sensi dell’art. 7 del D.M. del 5 luglio 1975, salvo diverse disposizioni previste dal Regolamento Edilizio di riferimento, per la realizzazione del secondo bagno non è obbligatorio inserire tutti i sanitari, potendo così considerare la possibilità di un ambiente bagno anche senza il bidet.

Hai bisogno di un preventivo per il tuo progetto e i tuoi lavori?
Ricevi 4 preventivi gratuiti
Ricevi 4 preventivi gratuiti e senza impegno
Professionisti selezionati:
Cambia filtri
INVIA
Modifica filtri
Annulla
Ricevi 4 preventivi
Ricevi 4 preventivi gratuiti e senza impegno